banner OXI
banner ruggeri
banner D'ANGELO 1
banner delizie 1
Unknown-1

“CHILOMETRO BUONO” LA NUOVA RASSEGNA ENOGASTRONOMICA DI EZIO GRITTI

By  |  0 Comments

Primo appuntamento giovedì 25 ottobre 2018 con la cena tematica: «È nato prima l’uovo o la gallina?»

Nell’era del cibo cotto e precotto, c’è chi torna al raccolto. E non serve che sia a chilometro zero, ciò che conta è che sia di qualità. È questo il principio su cui si fonda la rassegna gastronomica «Chilometro buono» ideata dallo chef Ezio Gritti, patron dell’omonimo Ristorante Ezio Gritti, affacciato su piazza Vittorio Veneto a Bergamo. Qui, giovedì 25 ottobre alle ore 20.30, si terrà la prima delle special dinner liberamente ispirate all’autenticità a tavola. Il tema? Atavico: «È nato prima l’uovo o la gallina?». Di estrema semplicità, ma mai banale, la cucina di Gritti coglie una nuova sfida e si declina in una serie di appuntamenti, uno al mese, volti a riscoprire i sapori B.U.O.N.I: brillanti, umili, onesti, naturali, indimenticabili. Sapori nati dalla schiettezza della tradizione, conditi da fantasia, creatività ed eleganza, con un denominatore comune: l’uso sapiente delle migliori materie prime e la ricerca attenta di un equilibrio perfetto tra gli ingredienti. Il risultato è in piatti che fanno battere il cuore e che, in molti casi, fanno tornare bambini.

Ricordate l’apertura delle aie nelle cascine bergamasche? Lo chef Gritti vi condurrà proprio lì, con la prima serata della serie enogastronomica intitolata «È nato prima l’uomo o la gallina?».

Tutto ruoterà intorno a questi due ospiti d’eccezione: la gallina, archetipo naturale della madre, chioccia paziente con i suoi pulcini e il suo frutto, l’uovo, simbolo del principio originario di tutte le cose. «La Notte dalle ali nere, una dea che s’impone persino al rispetto di Zeus, fu amata dal Vento e depose un uovo d’argento nel grembo dell’oscurità» – cantò Omero.

E allora ecco il menu primigenio di Gritti, novello cantore di un gusto ritrovato:

3 snack di benvenuto:

uovo di quaglia, crema di carote e clementine
panino al latte, insalata di pollo al cognac Paul Giraud Vieille Reserve
cesar salade di pollo: pollo, insalatina, uvetta, noci, pane croccante

in abbinamento: “Lucelio” -moscato giallo secco- IGT 2017 Az. Agr. Eligio Magri

a seguire:

“ile flottante salata” con le uova di Fornasotto
fegatini di pollo al marsala, pera coscia al vino rosso

in abbinamento: “Rosso di Sera” -taglio bordolese- IGT 2014 Az. Agr. Sant’Egidio

raviolini alla gallina nel suo consommè chiarificato
accompagnato da
“Serpente con La Cresta” -syrah- IGT 2015 Az. Agr. Tenuta Casa Virginia

pollo ruspante farcito con castagne di Poscante, purè di patate
accompagnato da
“Alessandro” -cabernet sauvignon- IGT 2013 Az. Agr. Valba

zabaione e amor polenta
accompagnato da
“Goccio di Sole” -vino dolce da uve moscato di Scanzo- 2016 Az. Agr. Caminella

Caffè “Selezione Bugan Lab”

Acqua minerale Sanpellegrino, Acqua naturale Fonte Bracca

La scelta di abbinamento dei vini andrà a valorizzare, nello specifico di questa prima serata, i vini delle Sette Terre, comprendendo una produzione per ognuna delle cinque aziende che formano la suddetta associazione.

Ma non è che l’inizio. Un giovedì sera di ogni mese lo chef Ezio Gritti condurrà una serata all’insegna del mangiare con qualità, senza mode e stravaganze, ma con concretezza, sostenibilità e passione. Tra le altre serate in programma: «Dalla terra all’acqua», «Bergamo terra di cacciatori», «La razza bruna alpina» e molte altre ancora.

«Con questa rassegna, voglio raccontare la mia idea di cucina e raccontarmi attraverso di essa. Il cibo, prima ancora che territoriale, deve essere buono, sano, gustoso. Deve poter diventare un’opera d’arte. Ed è questo che mostrerò in ognuna delle serate in programma, portando i miei commensali ad apprezzare il gusto della semplicità, che non è mai banalità, piuttosto autenticità, troppo spesso dimenticata nel nome di qualche tendenza passeggera. Da qui, l’idea della prima serata, il cui tema ben rappresenta la mia filosofia: per creare un assaggio che emozioni, il nuovo è ritornare all’antico. E solo riscoprendo le migliori materie prime potremo riuscirci» – dichiara Ezio Gritti, chef e patron del Ristorante Ezio Gritti.

Ogni cena ha un costo di 80 euro a persona, vini inclusi. La prenotazione è obbligatoria.

Per info e prenotazioni: 035 246647 – info@ristoranteeziogritti.it.