banner MONDADORI
banner LUPO
banner RICAMI
banner D'ANGELO 1
banner delizie 1
Jaguar
Unknown-1

CIATTÉ E DEI DELFINI D’ORO, MARTEDÌ 10 LA CERIMONIA. FRA I NOMI: ENRICO VANZINA E ROBERTO PEDICINI.

By  |  0 Comments

Martedì 10 ottobre dalle ore 10,30 in poi cerimonia in Sala Consiliare per accogliere le personalità insignite dei Ciattè e Delfini d’Oro e delle Benemerenze civiche. Una scelta condivisa con il Collegio dei Saggi che ogni anno contribuisce al vaglio dei nomi a cui destinare questo speciale ringraziamento da parte della Città. “Sono significativi quelli di quest’anno – illustra il sindaco Marco Alessandrini – che annoverano fra i Ciattè una delle voci più conosciute nel mondo del doppiaggio, quella di Roberto Pedicini, che ha al suo attivo centinaia di personaggi del grande e piccolo schermo, interpreti di film storici. Con lui la poetessa Nicoletta Di Gregorio, una storica insegnante, Paola Sereni, il musicista Patrick De Ritis e Silvia Dell’Orso, giornalista e critica d’arte scomparsa nel 2009. Il Delfino d’Oro andrà a Enrico Vanzina, figlio di Steno, fratello di Carlo, amico di Ennio Flaiano e affezionatissimo avventore della città, dove è venuto diverse volte e di cui ha sempre parlato con grande amore. L’altro Delfino d’Oro andrà a padre Pino Piva, gesuita e missionario che per anni è stato un riferimento per la parrocchia dei Gesuiti di via del santuario. Tre speciali riconoscimenti, infine, allo staff che ha animato il Centro Operativo Comunale e al gruppo delle assistenti sociali per essere stati voce, cuore e braccia dell’emergenza conseguente allo sgombero delle Palazzine Ater di via Lago di Borgiano: questo è un modo per dire grazie per una dedizione che è andata oltre gli orari di lavoro, la pazienza, la fatica, finché le persone interessate dal provvedimento di sgombero non hanno avuto un tetto sulla testa e opportunità di una sistemazione dignitosa per il futuro prossimo. Un gesto, il nostro, che speriamo possa servire a ricordare alla Città la misura di ciò che è accaduto in quella parte del suo territorio, forse non pienamente percepita altrove, mentre l’estate scorreva senza problemi ed emergenze di tal fatta. Ultimo speciale ringraziamento andrà anche ai dirigenti scolastici delle scuole comunali andati in pensione negli ultimi tre anni, un grazie che sottolinea il valore che per noi ha la scuola come palestra di vita e luogo in cui mettere le basi per cambiare in meglio il mondo”.