banner_dolcevita
banner ruggeri
banner D'ANGELO 1
banner delizie 1
Unknown-1

IMPRESA & MUSICA

By  |  0 Comments

Al via una nuova collaborazione culturale tra Piero Delle Monache e la ditta Anthis di Antonio Muffo

6 concerti tra L’Aquila, Pescara e Francavilla
Si parte domani, venerdì 8, e si chiude il giro il 23 marzo

PESCARA – Coraggio e innovazione, queste le parole chiave di una nuova scommessa culturale che coinvolge tanti operatori del settore. Due i capofila: il musicista Piero Delle Monache, sassofonista e direttore artistico di indiscusso talento, recentemente inserito tra i migliori dieci jazzisti del futuro da GQ Magazine Italia e Anthis, la ditta di Antonio Muffo, imprenditore con un’esperienza trentennale nel settore petrolifero a livello mondiale, ora attivo anche nel campo della geotermia e con una spiccata sensibilità culturale.

Tre le città abruzzesi e tre le rispettive rassegne, per un totale di sei concerti, in programma da domani al 23 marzo: Matta in Scena a Pescara, Taimaut a L’Aquila e Più là che Abruzzi a Francavilla.

Si parte domani, dunque, venerdì 8 febbraio, alle 22.30 a L’Aquila all’Irish Cafè di via Mausonia 67 (frazione di Pianola, ingresso libero), con uno dei musicisti più sperimentali della scena italiana: il sassofonista e producer Gianni Denitto, da Torino. In scaletta la presentazione del disco Kala. Lo spettacolo, modulabile a secondo del palco, è farcito da abbondante elettronica e adatto tanto ad un teatro quanto ad una discoteca. Lo stesso progetto sarà poi ospitato dopodomani, sabato 9 alle 21, allo Spazio Matta di Pescara, in via Gran Sasso, all’interno del programma Matta In Scena (biglietti 10 euro, ridotto 8).

“Tra un certo tipo di imprenditoria e un certo tipo di musica, ci sono molti più punti in comune di quanto si possa immaginare – spiega Antonio Muffo -. Curiosità, visione, coraggio, innovazione e la voglia di condividere i risultati raggiunti. È per questo che ho deciso di sostenere la ricerca artistica di Piero Delle Monache e alcune sue attività musicali”.

Il programma prosegue con lo stesso Delle Monache ospite della mostra Più là che Abruzzi di Eugenio Tibaldi, venerdì 17 febbraio al MuMi di Francavilla. Delle Monache tornerà in scena con il suo cavallo di battaglia, l’originale e poetico SoloSé per sax, elettronica e voci narranti. Il terzo appuntamento in programma si svolgerà invece l’8 marzo alle 21.30 all’Aquila allo Spazio Rimediato (via Fontesecco 22/24) con il Pale Ale Trio: compagni di palco del sassofonista saranno Alessandro Marzi alla batteria, da Roma, e Alessandro Bravo al pianoforte, da Terni. Ingresso 7 euro + 3 euro di tessera annuale.

Si chiude il giro in primavera, 22 e 23 marzo con Giovanni Falzone, da Milano. Riconosciuto uno dei protagonisti del jazz italiano ed europeo, il noto trombettista sarà in Abruzzo venerdì 22 alle 21.30 allo Spazio Rimediato dell’Aquila (7 euro + 3 di tessera) e sabato 23 alle 21 allo Spazio Matta di Pescara (ingresso 10 euro, ridotto 8). In programma lo spettacolo Migrante – solo project, per tromba, voce, oggetti. Anche qui è previsto un sapiente uso dell’elettronica.

“Ringrazio tutti per la collaborazione – conclude Piero Delle Monache -, in particolare Antonio Muffo per la fiducia, ma anche Giuliano e Luna Cervelli della Polarville, Luca Serani e lo Spazio Rimediato, Annamaria Talone e il collettivo Artisti per il Matta, lo staff del MuMi e il Caffè Letterario gestito da Roberto Sabatelli. Quando si concretizzano rapporti virtuosi tra pubblico, privato e musica è come un treno che passa e va preso al volo. Mesi fa sono stato coinvolto da Monica Iezzi e dalla sua Baltimore Production per uno spettacolo teatrale; oggi c’è lo Spazio Matta che sta vivendo una nuova vita anche grazie alla Anthis, vediamo per il futuro cosa potremmo proporre, insieme”.

Giovanni Falzone Piero Delle Monache