banner D'ANGELO 1
banner delizie 1
banner svapoteca
MARZIA 2
Jaguar_F-PACE_1000x124_ProgettoAuto
Unknown-1

DA OGGI PIÙ VICINO IL RICONOSCIMENTO DELLA FIGURA PROFESSIONALE DEL PASTICCERE

By  |  0 Comments

Edizione record quella del Sigep 2017 che ha chiuso i battenti a Rimini. Record di visitatori, di aziende e buyer stranieri presenti, ma importanti anche i progetti avviati, come il protocollo d’intesa siglato tra Conpait (Confederazione Pasticceri Italiani) e Cast Alimenti, leader nell’alta formazione professionale dell’arte bianca.
E’ un accordo storico quello raggiunto tra la confederazione, che riunisce 20 mila e pasticceri e 9 mila aziende in tutta Italia, e Cast Alimenti, che da 20 anni si occupa di formare maestri pasticceri cercati in tutto il mondo. La firma del protocollo d’intesa tra la Conpait e la Cast Alimenti, volto a valorizzare la figura professionale del pasticcere, prevede l’attivazione di corsi altamente professionalizzanti nel settore dell’arte bianca della durata di 80 ore, che si svolgeranno in tutta Italia, nelle sedi Conpait con i maestri formatori Cast Alimenti.
Subito partiranno corsi in 5 regioni italiane: Sicilia, Calabria, Campania, Abruzzo e Lombardia, nella sede di Cast Alimenti a Brescia. “E’ un accordo storico – spiega il presidente della Conpait Federico Anzellotti -, quello tra Conpait e Cast Alimenti. Un accordo a cui nessuno avrebbe potuto credere fino a qualche anno fa, quando è nato il progetto. Dopo due anni di percorso e dopo un pranzo a Parma tra me, Eliseo Tonti e Pierpaolo Magni, grandi maestri pasticceri e formatori di Cast Alimenti, è nata questa idea che ora è diventata realtà. Alta formazione professionale, elevando tutto il comparto dell’arte bianca, unendo le forze territoriali di Conpait e l’expertise nella formazione di Cast Alimenti”. L’accordo rappresenta un’opportunità per le aziende e per gli enti, viene dato un input per un percorso metodologico nuovo, allineando la metodologia dell’insegnamento a quella degli obiettivi. “È questo – ribadisce Dario Mariotti, business developer di Cast Alimenti – l’approccio dell’accordo, si vuole dare una risposta al mondo del lavoro strutturando la formazione. Professionalità, tecnologia e materie prime sono gli ingredienti per ampliare sempre di più le quote di mercato del Made in Italy nel mondo. Questo è un modello formativo di trasferimento delle competenze che, unito alla maestria, può diventare una best practice per la formazione. Il progetto prevede l’adeguamento formativo attraverso un nuovo processo e la partecipazione a concorsi internazionali, obiettivo il riconoscimento del ruolo professionale del pasticcere”. Punta sul modello formativo d’eccellenza Eliseo Tonti, forte anche della sua pluriennale esperienza consolidata a Losanna, mentre Pierpaolo Magni sottolinea che non c’è più tempo da perdere e come questo progetto rappresenti una delle ultime opportunità per rilanciare il settore sui mercati internazionali.