banner D'ANGELO 1
banner delizie 1
Jaguar_F-PACE_1000x124_ProgettoAuto
Unknown-1

QUALI SONO I TRATTAMENTI ESTETICI PER IL VISO PIU’ RICHIESTI?

By  |  0 Comments

Grazie al progresso e all’introduzione di nuove tecnologie nel settore dell’estetica personale, oggi è possibile effettuare dei trattamenti estetici innovativi, specialmente per quanto riguarda il ringiovanimento della pelle del viso. Il sondaggio mondiale dell’ISAPS sui trattamenti estetici risalente a qualche anno fa, analizzava le percentuali degli interventi estetici effettuati in Italia: gli interventi al viso erano più richiesti di quelli al seno e al corpo. Il numero dei trattamenti chirurgici al viso effettuati dai nostri connazionali è pari all’1,7% di quelli effettuati in tutto il mondo.
Al di là della chirurgia estetica, nella quale l’Italia rimane un benchmark importante per la professionalità degli specialisti e l’attenzione verso i pazienti, il progresso tecnologico ha permesso l’introduzione di trattamenti estetici meno invasivi per il viso rispetto a quelli della chirurgia estetica, in grado di donare alla pelle una seconda giovinezza. Grazie ai macchinari per l’estetica di ultima generazione, oggi è possibile trattare ogni tipo di problema estetico al corpo e al viso (questo sito riporta la lista di tutti gli inestetismi trattabili con l’utilizzo dei macchinari per l’estetica ad alta tecnologia). Questi macchinari permettono di effettuare molteplici trattamenti al viso a seconda delle esigenze: idratare, illuminare, correggere e prevenire le rughe del viso, eliminando anche lo stress, i segni della stanchezza e dell’età. Non si parla di filler e laser, ma di processi innovativi dalla comprovata efficacia, abbinabili ai tradizionali trattamenti estetici da svolgere in appositi centri qualificati. Vediamo dunque quali sono i trattamenti di questo genere più richiesti dal pubblico.

Trattamenti estetici innovativi del viso: i più diffusi

Tra i trattamenti estetici per il viso meno invasivi troviamo:

  • la radiofrequenza: si tratta di un trattamento molto efficace e indolore, definito un “lifting senza bisturi”, consigliato per problematiche legate alla perdita di tono della pelle e al rilassamento cutaneo. Con l’ausilio di un apposito macchinario per l’estetica, il cui funzionamento si basa sull’emissione ad alta frequenza di onde elettromagnetiche, viene generato un calore endotermico che va a stimolare i fibroplasti rigenerando i tessuti. Si tratta di un processo che rimodella la pelle in modo rapido, semplice e indolore, contrastando il rilassamento causato dal tempo con un effetto liftante visibile.
  • la microdermoabrasione cosmetica: è un trattamento esfoliante che permette di rimuovere le cellule morte donando un effetto levigante alla pelle. La tecnica è semplice e non invasiva, rimuove le impurità garantendo il ringiovanimento della pelle. Il trattamento microdermoabrasivo viene effettuato con l’ausilio di un apposito macchinario dotato di disco abrasivo con smerigliature di polvere di diamante. A seconda del tipo di pelle da trattare, si sceglierà un numero di grana differente: quelli più alti sono indicati per le pelli sottili, mentre i numeri più bassi per le pelli più spesse, per il trattamento di cicatrici da acne e rughe profonde.
  • il peeling ultrasonico: è un processo efficace e sicuro volto al rinnovamento dello strato corneo. L’elettroporazione consiste nel passare sulla pelle uno speciale manipolo a roller collegato a un flacone di cosmetico, il quale penetra nella pelle con maggiore efficacia grazie al campo elettrico a micro corrente che viene a generarsi. Le vibrazioni emesse garantiscono l’esfoliazione delle cellule morte, l’eliminazione delle impurità e l’aumento dell’efficacia del prodotto cosmetico abbinato.
  • il needling: consiste in microperforazioni multiple che stimolano la cute e favoriscono la sua rigenerazione, attivando dei processi naturali che riparano i tessuti. Questo trattamento stimola inoltre la produzione di collagene, di acido ialuronico e di elastina da parte dei fibroblasti
  • il peeling chimico: aiuta ad accelerare il rinnovamento cellulare attraverso l’applicazione di un agente chimico che ne stimola l’esfoliazione. Al termine della procedura viene applicata una crema lenitiva e si sconsiglia l’esposizione al sole. Il ciclo di trattamento prevede 3-4 sedute ad intervalli di circa 20 giorni

Quali trattamenti al viso sono sconsigliati nel periodo estivo?

Tra i trattamenti che andrebbero evitati almeno nel periodo estivo troviamo quelli fotosensibilizzanti, ovvero che generano una reazione alla luce del sole estivo, favorendo l’insorgere delle antiestetiche macchie cutanee. Attenzione a tutti i trattamenti laser come la luce pulsata ed alcune tipologie di peeling (peeling chimici) per evitare eventuali problemi da foto-danneggiamento. Sono da riservare al periodo invernale anche i trattamenti leviganti a base di acido retinoico e acido glicolico, che potrebbero causare rossori, irritazioni e macchie.
É importante prestare attenzione ad eventuali cicatrici chirurgiche, che non devono essere esposte direttamente ai raggi solari (per almeno 2/3 mesi) per evitare il rischio che assumano colorazioni indesiderate ed impieghino più tempo a guarire. Indipendentemente dal trattamento cui ci si sottopone, la buona norma è seguire scrupolosamente le indicazioni del medico al fine di proteggere la pelle da spiacevoli sorprese.

womens-2333355_960_720