fbpx

24 ORE PER IL SIGNORE

“24 ore per il Signore”. È proposta lanciata da Papa Francesco nel discorso di Quaresima per «sottolineare – scrive il Pontefice – il primato dell’ascolto orante della Parola, in specie quella profetica» e l’invito rinvolto a tutte le diocesi per i giorni 4 e 5 marzo è stato accolto dalle chiese locali e anche dall’arcidiocesi di Pescara-Penne. Diverse le parrocchie che in Pescara e nei territori della provincia apriranno le porte delle loro chiese per tutta la notte «per annunciare al mondo la misericordia di Dio – spiega don Rodolfo Soccio, parroco della Beata Vergine Maria del Rosario in Pescara parafrasando il Papa – e vivendo l’iniziativa nell’anno giubilare come comunità parrocchiale». Preghiera continua per 24 ore, disponibilità di confessori, ma soprattutto accoglienza. «Chi entrerà nella nostra chiesa e nelle altre parrocchie – continua entusiasta don Rodolfo – troverà un luogo accogliente fatto di persone, si sentirà in famiglia ed avrà la possibilità di condividere la preghiera e anche il sacramento della riconciliazione».
La cattedrale, il Rosario, le chiese di Montesilvano, ma anche Collecorvino e Cepagatti. Queste alcune delle parrocchie che offriranno la preghiera continua e sosterranno l’annuncio giubilare di quaresima di Papa Francesco: «Dio ci perdona sempre, non si stanca mai di perdonare. E noi non dobbiamo stancarci di andare a chiedere perdono”.

ANCORA NESSUN COMMENTO

I commenti sono chiusi