fbpx

358 presenze CLINICO-DIAGNOSTICHE DI PREVENZIONE DEI TUMORI FEMMINILI nel villaggio della salute della RACE FOR THE CURE PESCARA 2021

Ogni volta che le unità mobili della Carovana della Prevenzione ed il Villaggio della Salute della Race for the Cure fanno tappa a Pescara e colorano Piazza della Rinascita con una pennellata di rosa, i numerosi friends of Komen Italia partecipano con solidarietà, entusiasmo ed empatia a questa iniziativa, organizzata per diffondere la cultura della prevenzione dei tumori del seno e dare alle donne una reale opportunità di prendersi cura della propria salute.

Lo confesso, quando vedo il Villaggio della Salute che si anima ed i nostri medici-volontari all’opera con i loro camici bianchi su cui spicca il ribbon rosa di Komen Italia, il cuore accelera il suo battito, un sorriso di soddisfazione illumina il viso e forti emozioni, miste ad un senso di gioia e di gratitudine prendono il sopravvento.

Quando ci si impegna quotidianamente per una giusta causa con costanza e determinazione e si ha la fortuna di avere un gruppo straordinario di ladies come compagne di avventura, si possono superare anche i numerosi ostacoli e le difficoltà incontrate sul percorso perché il sorriso negli occhi delle donne che hanno appena ricevuto la preziosa opportunità di fare un controllo di prevenzione con degli specialisti ripaga di ogni cosa e spinge a non arrendersi mai!

Con questa bellissima avventura nel mondo del volontariato in Komen Italia, associazione da vent’anni in prima linea su tutto il territorio nazionale nel campo della lotta e della prevenzione dei tumori del seno e della tutela della salute in rosa, credo di essere riuscita a dare un senso all’esperienza dolorosa e difficile che la vita mi ha costretta ad affrontare, trasformando la grande responsabilità che questa malattia ed il dolce ricordo delle amiche che sono volate via mi hanno lasciato in eredità, in azioni utili e tangibili.

Diffondere il messaggio che la prevenzione fa realmente la differenza e può salvarci la vita è una missione che mi si è sedimentata dentro ormai, questo è avvenuto soprattutto grazie al prezioso incontro col Professor Riccardo Masetti, Presidente di Komen Italia, che nel momento più complesso e delicato della mia vita ha saputo prendermi per mano e guidarmi, passo dopo passo, nella difficile battaglia contro il tumore al seno, accogliendomi con affetto nella famiglia di Komen Italia.

Grazie alla presenza delle quattro unità mobili della Carovana della Prevenzione, Programma nazionale itinerante di tutela della salute in rosa ed alla professionalità dei nostri straordinari medici-volontari, abbiamo erogato: mammografie, visite senologiche, ginecologiche, dermatologiche, consulenze nutrizionali, psicologiche, sullo stile di vita motorio, agopuntura, valutazione del polso, trattamento in medicina cinese ed anche consulenze sui vaccini anti-Sars Cov2 nei pazienti oncologici.

E’ importante trasmettere il messaggio che la prevenzione è un’arma concreta ed efficace per contrastare i tumori del seno. Oltre a realizzare una campagna di informazione e di sensibilizzazione che abbia una diffusione capillare, organizzare iniziative come questa significa dare alle donne che vivono una condizione di disagio economico e sociale una reale opportunità di accesso agli screening per prevenire le principali patologie oncologiche e contrastare i numerosi problemi in ambito oncologico lasciati in eredità da questi anni di emergenza sanitaria.

La pandemia ha determinato dei ritardi drammatici nella diagnosi e nella cura di queste malattie, si stima che siano stati effettuati oltre 2 milioni e mezzo di esami diagnostici in meno, con una riduzione di oltre il 50% degli screening mammografici ed un rinvio di oltre 400.000 interventi chirurgici.

Più di 2.000 donne purtroppo riceveranno una diagnosi tardiva e questo è un dato molto allarmante se consideriamo quanto il fattore tempo sia determinante sulla prognosi di un carcinoma mammario. Una diagnosi precoce consente di intercettare un tumore del seno ai suoi stadi iniziali quando è più curabile, con percorsi di cura molto meno invasivi, che hanno un impatto minore sulle donne colpite.

E’ per questo che abbiamo fortemente voluto rinnovare il nostro appuntamento col Villaggio della Salute della Race for the Cure Pescara proprio nel corso del Breast Cancer Awareness Month, mese dedicato alla prevenzione dei tumori del seno, riuscendo a garantire ben 358 prestazioni clinico-diagnostiche di prevenzione delle principali patologie oncologiche femminili alle donne del territorio in due giorni.

Per potenziare e valorizzare al massimo la Carovana della Prevenzione di Komen Italia, che farà nuovamente tappa in Abruzzo a Villetta Barrea (Aq) ed alla Valagro di Atessa (Ch), abbiamo attivato un importante Protocollo d’Intesa tra la Komen Italia, l’Assessorato alla Salute della Regione Abruzzo, l’Agenzia sanitaria Regionale e le quattro Asl abruzzesi. E’ uno strumento utile per snellire e semplificare l’iter burocratico necessario per la pianificazione e la realizzazione delle future tappe sul territorio e per agevolare la partecipazione dei nostri medici volontari a questo progetto di punta di Komen Italia. E’ anche un traguardo importante per il Comitato Abruzzo, lo dico con particolare soddisfazione ed orgoglio visto che è il primo Protocollo d’Intesa stipulato tra la Komen Italia ed una Regione.

I ringraziamenti per l’edizione 2021 del Villaggio della Salute della Race for the Cure Pescara sono moltissimi: Johnson & Johnson, Aveeno e Biafin Partner delle Donne in Rosa, Pfizer, Fondazione Johnson &Johnson, Lete e Todis, l’Assessorato alla Salute della Regione Abruzzo, l’Agenzia Sanitaria Regionale, la Asl 1 Avezzano – Sulmona -L’Aquila, la Asl 2 Lanciano-Vasto-Chieti, la Asl 3 Pescara e la Asl 4 Teramo per la collaborazione nella creazione del nostro Protocollo d’intesa per il progetto Carovana della Prevenzione di Komen Italia, il Sindaco di Pescara Carlo Masci, l’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Pescara Nicoletta Di Nisio per il contributo, il Presidente del Consiglio Regionale Lorenzo Sospiri, l’Assessore alla Salute della Regione Abruzzo Nicoletta Verì, l’Assessore allo Sport della Regione Abruzzo Guido Quintino Liris, il Consigliere Regionale Guerino Testa e l’Assessore alla Salute del Comune di Pescara Mariarita Paoni Saccone per aver partecipato al taglio del nastro, gli amici della Protezione Civile Val Pescara, il coordinatore del Comitato Clinico-Scientifico Abruzzo di Komen Italia Ettore Cianchetti, i membri del Comitato Clinico-scientifico, l’Ambulatorio di Medicina Integrata dell’Ospedale Gaetano Bernabeo di Ortona, l’Unità Operativa Complessa di Igiene, Epidemiologia e Sanità Pubblica della Asl di Pescara, la Caritas Diocesana Pescara Penne, Esaote Abruzzo, la Farmacia Di Giamberardino, Margherita in centro, la squadra degli avvocati delle Toghe in Corsa, lo studio Le Fotografe, gli amici della stampa abruzzese ed i colleghi giornalisti, tutti i medici volontari, per la professionalità ed il tempo che ci hanno messo a disposizione, le Ladies del Comitato Abruzzo, Lidia Di Pomponio, lo staff di Komen Italia ed i nostri meravigliosi volontari, vero motore di ogni iniziativa.

 

di Isabella Marianacci, Presidente Comitato Abruzzo di Komen Italia