fbpx

A Pineto la retrospettiva di Edit Di Teodoro

Sara’ inaugurata il 23 dicembre a Pineto la  retrospettiva storica dell’artista-architetto Ergilia Di Teodoro, in arte EDIT che esporrà i suoi lavoro nell’elegante location di Villa Filiani fino al 2 gennaio. Un evento culturale di elevato  spessore poiché saranno ripercorsi venti anni di ricerca di una delle più autorevoli voci dell’arte non solo della nostra regione, dagli esordi in cui si affermò come pioniera in Italia della computer-Art, fino alle recenti grandi opere interpretative di capolavori del passato come la stupenda Figlia di Iorio ispirata all’pera di Michetti e al dramma pastorale di Gabriele d’Annunzio. Ma torniamo alla mostra che vedrà una inaugurazione del tutto  singolare perché arricchita dalla performance della nota attrice Franca Minnucci, recente testimonial de LA Grande Bellezza  su Canale 5, che eseguirà un recital proprio su La figlia di Iorio con relativa dissertazione.

La talentosa  Edit e’ entrata come rappresentante dell’Abruzzo nelle mostre promosse e documentate da cataloghi dalla Mondadori in numerosi Istituti italiani di cultura nel mondo. Ebbene l’antologica di Pineto ripercorre le tappe più salienti del suo prestigioso itinerario che dopo l’arte digitale a cui si faceva cenno, si è evoluto in chiave spaziale (aderì per un breve periodo all’Iperspazialismo) e quindi con interessi per il rapporto arte-ambiente. A questo proposito mirabile  l’istallazione RAMPA PERALOSA per facilitare l’accesso dei diversamente abili negli ambienti. Poi, come si diceva la sua rivisitazione in chiave moderna di capolavori del passato e di architetture moderne come il Ponte del mare di Pescara. Va altresì ricordato l’interesse di Edit per la storia. Suo un recente  lavoro sul Villaggio del fanciullo sito in Silvi marina pubblicato dalla Ianieri  edizioni,