fbpx

ABRUZZO E CINEMA

L’Abruzzo, grazie ad un’apposita norma, avrà presto una nuova Film Commission, in grado di “rilanciare il turismo e lo sviluppo regionale”. Ad annunciarlo è stato Giancarlo Zappacosta, capo dipartimento dei settori Trasporti, Mobilità, Turismo e Cultura della Regione. L’occasione è stata la presentazione del quarto Meeting Internazionale dei produttori indipendenti, all’Aurum di Pescara fino a domenica. L’iniziativa è organizzata e coordinata da MeetAbruzzo. “Nel programma dell’esecutivo D’Alfonso – ha sottolineato Zappacosta – una dei primi punti sul fronte della cultura è proprio l’istituzione dell’Abruzzo Film Commission e, in tal senso, stiamo lavorando da tempo alla costruzione di una legge istitutiva, anche grazie al contributo autorevole di Alberto Versace, padre di quasi tutte le Film Commission regionali e direttore generale del Dipartimento per le Politiche di Sviluppo e Coesione e progetti speciali a Palazzo Chigi. Per fare in modo che l’Abruzzo diventi un vero e proprio punto di riferimento per la cinematografia e sfrutti anche la vicinanza con la capitale – ha aggiunto – occorrerà superare i personalismi del passato che, per esempio, hanno permesso che la Film Commission nata nel 2000 venisse poi inglobata in una struttura che non ha voluto espandersi e che, di fatto, è rimasta ai margini del movimento legato alle produzioni audiovisive”. Il dirigente regionale si è soffermato anche sulla questione risorse ed ha sottolineato che “la nuova Abruzzo Film Commission dovrà essere supportata da un’adeguata norma finzanziaria che preveda lo stanziamento di almeno qualche centinaio di migliaia di euro”. L’idea è quella di partire con una struttura completamente pubblica, interna alla Regione. Poi, grazie ad un apposito Accordo di Programma con il Ministero dei Beni Culturali, si creeranno le premesse per la nascita di una Fondazione che potrà aprire le porte ai privati. L’obiettivo è quello di promuovere la nascita di un organismo amministrativo indipendente che rappresenti un riferimento costante per le produzioni nazionali e internazionali, gli investitori, gli autori, gli operatori professionali e le istituzioni del cinema e dell’audiovisivo. La Commissione, secondo i promotori, rappresenterà una risorsa per il rilancio del turismo abruzzese. Basti pensare all’esperienza della Apulia Film Commission, che in Puglia ha fatto crescere del 42% le presenze turistiche. “L’Abruzzo può vantare scenari da favola e una felice collocazione logistica – ha sottolineato Martha Capello – ma queste condizioni favorevoli, da sole, non bastano a stimolare attrattività per il cinema. Le istituzioni devono comprendere appieno che le produzioni cinematografiche possono generare un indotto notevole ed un ritorno di immagine di grande rilevanza”. Nelle quattro giornate di lavori del meeting saranno quasi 200 i produttori cinematografici presenti, di cui circa una trentina provenienti dagli Stati Uniti. Tra le attività previste anche un tour dei paesi abruzzesi per far conoscere le location più suggestive del territorio. Nel corso dell’incontro è stato ricordato che, a breve, attori del calibro di Dustin Hoffman e Robert De Niro saranno in Abruzzo, a Sulmona e sulla costa, per girare il film “One more time”, del regista Paul Servino.

ANCORA NESSUN COMMENTO

I commenti sono chiusi