fbpx

Al via a Pescara Sottocosta

E’ salpata  l’ottava edizione di Sottocosta, salone della nautica, del natante e della pesca, uno dei pochissimi eventi di settore della costa adriatica. Hanno partecipato  all’inaugurazione:Gennaro Strever, Presidente della Camera di Commercio Chieti-Pescara; Giovanni Acampora, Presidente della Camera di Commercio di Frosinone Latina, Presidente Assonautica Italiana; Luciano Serra, Presidente ASSONAT; Piero Formenti, Vice Presidente Confindustria Nautica; Carmine Salce, Presidente del Marina di Pescara; Francesco Di Filippo, Presidente Assonautica Pescara.

Presente anche Il  presidente della Camera di Commercio di Durazzo Alban Isteri per valutare opportunità di paternariato per lo sviluppo del turismo nautico in Albania. La crescita blu è, infatti, come emerso dal Forum delle Camere di Commercio appena concluso a Tirana, uno dei pilastri della strategia economica della Macro regione adriatico ionica.

Sessanta espositori, circa il doppio del 2019, provenienti da ben dieci regioni italiane, 130 marchi e sigle rappresentati, 26 natanti esposti. Un occhio all’ambiente con un modello di imbarcazione sostenibile al cento per cento. Tante proposte ludiche per i bambini: dal simulatore di vela alla vasca per la piccola pesca, dall’incontro con i cani da salvataggio all’immancabile appuntamento con le tartarughe. Per i più grandi, invece, uscite in barca per il “battesimo del mare” ed aperitivi, dalle 18:30 alle 23:00, a base di pesce azzurro e vino bianco, organizzati in collaborazione con il Flag Pescara.

Non solo un mare di divertimento: Sottocosta è il momento per approfondire i temi legati alla nautica che si riconferma, come afferma Pietro Formenti, vice presidente di Confindustria Nautica, che quest’anno ha patrocinato l’evento, il settor  che vanta grandi numeri: “i moltiplicatori occupazionali ed i fatturati sono i più alti in assoluto per quanto riguarda le industrie italiane in generale. L’industria nautica italiana ha un moltiplicatore di dieci ad uno, il che vuol dire che per ogni dipendente occupato nella nautica italiana, se ne generano 10 nella filiera diretta ed indiretta. C’è un altro moltiplicatore importante che è quello dei fatturati: per ogni euro di fatturato dall’industria nautica italiana, se ne generano altri 7 in modo diretto e indiretto. L’Italia, inoltre, “è leader mondiale nella produzione di imbarcazioni da diporto e natanti. Siamo la seconda/terza industria mondiale nella produzione e siamo leader in esportazione, con un tasso di circa l’86% . Infine, siamo primi nella produzione di super yacht, con il 51% degli ordini globali.”