fbpx

Al via la riqualificazione del Fiume Pescara

Partiranno il prossimo fine settimana i lavori di messa in sicurezza idraulica e valorizzazione del fiume Pescara le cui sponde,  saranno al centro di un intervento d’urgenza mai realizzato in precedenza. L’azione di “Manutenzione e pulizia dell’asta fluviale”, nel tratto di competenza del Comune di Pescara (7,6 km a partire dal ponte di ferro verso ovest fino al confine con San Giovanni Teatino) è parte di un quadro strategico complessivo che vuole rendere il corso d’acqua uno strumento di crescita sociale ed economica, in particolare implementandone la fruibilità naturale e la navigabilità a scopo turistico. Questo primo intervento, frutto di un finanziamento regionale da 100mila euro, è stato presentato questa mattina nel corso di una conferenza stampa presso la concessione L’Ancora, cui hanno partecipato il sindaco Carlo Masci, il consigliere regionale Vincenzo D’Incecco, l’assessore al Mare e Fiume Nicoletta Di Nisio e la responsabile dell’Ufficio competente presso il Comune Ester Zazzero. Gli interventi previsti  consistono nella rimozione di tronchi secchi  trascinati dalla corrente (<dei veri e propri proiettili> li ha così definiti Oberdan Caposano, titolare della concessione) e nell’eliminazione dei rami secchi e pericolanti dalle piante che crescono a ridosso del fiume.

<L’azione che presentiamo oggi  – ha detto il sindaco Carlo Masci  – di messa in sicurezza del fiume dal punto di vista idraulico rientra nei nostri obiettivi, che abbiamo illustrato in campagna elettorale tre anni fa a tutti pescaresi. Mi riferisco alla valorizzazione del fiume e del mare, tanto è vero che abbiamo istituito un ufficio preposto. Il fiume Pescara è stato sempre visto come una realtà di serie b, oggi invece diamo un altro segnale molto forte della nostra volontà di portarne avanti la valorizzazione, insieme a una serie di progetti che vanno di pari passo come quello sul molo nord che è in via di conclusione, come il dragaggio dei fondali, come la creazione di un Eco-museo fluviale nell’ambito del progetto Golena. Abbiamo dato lustro al nostro mare, con la conquista della Bandiera Blu, oggi dobbiamo preoccuparci di valorizzare il fiume. E la programmazione del Contratto di Fiume ci permetterà di partecipare all’assegnazione dei fondi del Pnrr, per far sì che questo corso d’acqua divenga a tutti gli effetti una realtà viva sotto molteplici aspetti. Oggi intanto partiamo con la cura e la manutenzione, e per questo voglio ringraziare gli uffici che hanno lavorato e il consigliere Vincenzo D’Incecco che ha sostenuto con forza la concessione del finanziamento>. 

Il progetto è il frutto di una delibera della giunta Masci approvata su proposta dell’assessore Nicoletta Di Nisio e del lavoro condotto dal Settore Transizione Ecologica e Sostenibilità Ambientale diretto dall’Arch. Emilia Fino e dall’Ufficio coordinato dall’Arch. Ester Zazzero. Un obiettivo raggiunto partendo dall’analisi delle specifiche caratteristiche territoriali e dall’indicazione delle attività necessarie finalizzate al disinquinamento, alla messa in sicurezza idraulica e alla valorizzazione ambientale e turistica del fiume Pescara; tutto ciò  nel più ampio contesto della programmazione rientrante negli scopi del Contratto di Fiume, cui aderiscono i comuni dell’interno che si affacciano sul corso d’acqua