fbpx

ARRIVA AL PESCARA JAZZ LA SORPRESA DEL FESTIVAL: JACOB COLLIER

Giovanissimo, due volte Grammy Awards, incanta con le sue produzioni tra jazz, elettronica e molto altro

Sorpresa del festival, enfant-prodige della scena musicale internazionale, pupillo di Quincy Jones, poco più che ventenne ha già vinto due Grammy Awards: è in arrivo sul palco del D’Annunzio, l’inglese Jacob Collier prontissimo per il pubblico del Pescara Jazz.
In tour in Italia con un nuovo e maestoso album in quattro volumi –  Djesse – Jacob Collier alternerà magistralmente voce, piano, harmoniser, chitarre, basso, percussioni, tastiere. Sul palco sarà affiancato da MARO (voci, tastiere, chitarra e percussioni), Robin Mullarkey (basso, chitarra elettrica, tastiere, percussioni) e Christian Euman (batteria kit, elettronica, percussioni).
Lo show e il concept-album omonimo (nel cui primo disco spicca la collaborazione con la Metropole Orkest), sono stati concepiti nella sua stanza, la stessa nella quale ha ideato l’album di debutto, nel 2016, intitolato appunto In my room. Il successo di questo disco lo ha subito portato ad un one-man-show-world-tour. 
Dalla stessa stanza ha caricato e carica i suoi video-mosaico che lo hanno reso famoso su YouTube, con oltre 5 milioni di visualizzazioni (dal 2011 ad oggi). È proprio sul suo canale che si legge un’eloquente descrizione del personaggio: “Jacob Collier is a musician, based in my mind, London, the Universe”.
“Penso alla mia musica come ad un grande puzzle. Pezzo dopo pezzo, si mette tutto insieme – dichiara Collier – Ma un’idea come questa non può venire senza una vera e propria ossessione, ogni singolo giorno, ogni singola notte, stando svegli per pensare a come tutto ciò stia bene insieme. Anziché stare tra le mie quattro mura, questa volta la mia stanza sarà il mondo intero. Sono stato in grado di riunire molte stanze nella la mia”.
Il suo talento ha sorpreso anche i big dei big come Herbie Hancock e Pat Metheny. La sua proposta artistica combina jazz, folk, trip-hop, gospel, soul, improvvisazione, musica elettronica e brasiliana, rendendosi adatto ad un pubblico di tutte le età.
Il Pescara Jazz – prodotto dall’Ente manifestazioni pescaresi, presieduto da Angelo Valori – torna nell’arena del porto turistico in collaborazione con Estatica, il giorno dopo, lunedì 22. In scaletta tre concerti: Bepi D’Amato e Tony Pancella, i Pescara jazz messengers e la band di Maurizio Rolli, feat. Flavio Boltro. Maggiori info sono sul nuovo sito, completamente rinnovato nella sua veste grafica, disponibile digitando www.pescarajazz.it

ANCORA NESSUN COMMENTO

I commenti sono chiusi