fbpx

Botox e … finanza

Quello che oggi tutti chiamano comunemente Botox è in realtà una proteina neurotossica prodotta dal batterio Clostridium Botulinum. È la sostanza più tossica finora conosciuta. In Europa la tossina botulinica A è commercializzata sotto forma di quattro prodotti farmaceutici: Botox, Dysport, Xeomin e Vistabex; fin dalla sua scoperta, che risale al 1895 (grazie agli studi del professor Emile Pierre van Ermengem) si comprese di avere tra le mani un’arma potente ed economicamente … appetibile tanto che la sua storia è ricca di colpi di scena tra spionaggio industriale, interessamento di super potenze per usi bellici e … il mondo della finanza. Nel 1928 i ricercatori P. Tessmer Snipe e Hermann Sommer, per primi, purificano la tossina ma solo nel 1949, il gruppo di ricerca del prof. Arnold Burgen, trovò il possibile utilizzo sull’uomo. C’erano stati già nel 1937 esperimenti sulle scimmie da parte del prof. Alan B. Scott, oftalmologo dello Smith-Kettlewell Institute, ma solo nel 1980 la tossina botulinica A (sigla BTX-A) fu utilizzata per la prima volta negli esseri umani per il trattamento dello strabismo. Da qui inizia la guerra, molte volte nascosta, per accaparrarsi il merito e … il marchio del prodotto che di lì a poco avrebbe sconvolto la vita e l’estetica di milioni di persone.

Nel 1981 AB Scott annunciò al mondo la sua scoperta, solo che qualche giorno prima si era cautelato depositando il marchio per la neurotossina Oculinum (numero 1.212.107). Nel 1991 Allergan acquisisce Oculinum e successivamente cambia il suo nome in BOTOX, in realtà quel termine lo aveva già coniato Giustino Andreas Christian Kerner poeta, medico e scrittore tedesco nato il 18 Settembre 1786 a Ludwigsburg, che aveva “preso” questa parola dal latino botulus che significa salsiccia, in quanto questa tossina si trovava spesso nei preparati a base di carne. Sempre per puro caso ma con un sospetto tempismo Jean e Alistair Carruthers presentano, alla Società Americana di Chirurgia dermatologica, subito dopo, i loro primi dati relativi uso estetico della tossina botulinica durante la riunione di fine anno. Infine nel 2002 Botox Cosmetic riceve l’approvazione FDA negli Stati Uniti per trattare le condizioni estetiche.

Oggi il Botox entra in finanza: l’azienda produttrice Allergan è stata valutata 50 miliardi di dollari e la sua acquisizione fa parte di un’operazione (si parla di decine di miliardi di dollari) annunciata dai colossi Novartis, Glaxo SmitheKline, Valeant Pharmaceuticals International e dal fondo d’investimenti Pershing Square Capital Management LP di William Ackman. Svela il Wall Street Journal che le società Novartis AG e GlaxoSmithKline PLC hanno annunciato transazioni da oltre 20 miliardi di dollari che, di fatto, trasformeranno entrambe le compagnie, portando Glaxo a specializzarsi nei vaccini e nei farmaci da banco. All’accordo segue la notizia che l’investitore William Ackman e Valeant Pharmaceuticals International vogliono comprare Allergan, l’azienda per eccellenza produttrice di Botox. L’accordo, se andrà a buon fine, creerà un colosso nel settore dei prodotti per la cura degli occhi e della pelle. Nel frattempo la Pfizer ha offerto oltre cento miliardi per AstraZeneca. Novartis, Glaxo ed Ely Lilly sono impegnate in una triangolazione multimiliardaria: Novartis sta vendendo a Glaxo le proprie attività nelle terapie oncologiche e nei vaccini per quasi 20 miliardi, Ely Lilly sta per rilevare per 5 miliardi la divisione veterinaria di Novartis.

Notizia dell‘Economist: Allergan fa proprio al caso di Micheal Pearson, presidente di Valeant, poiché preferisce i trattamenti medici esuli dai capricci dell’assicurazione sanitaria pubblica, i consumatori pagano in contanti e di tasca loro. Con questi numeri c’è da riflettere sulla “reticenza” da parte del nostro governo a finanziare adeguatamente la ricerca, oltre a dare una mano alla medicina si risolverebbero non pochi problemi di ordine economico per le “povere” casse dello stato; il tempo di pensare che esista ancora la befana e che i regali li porta babbo natale è oramai passato. Politici … sveglia!

ANCORA NESSUN COMMENTO

I commenti sono chiusi