fbpx

“Bouganville” musica di primavera

   In uscita venerdì prossimo l’album della giovane cantautrice pescarese, figlia d’arte, Marsali

Cinque canzoni che raccontano la vita, la ‘amore, la rinascita, legate ad una esile e potente penna che scava in profondità senza perdere la leggerezza. Tutto questo è “Bouganville”, l’EP della cantante pescarese Marsali, in uscita venerdì 22 aprile. I brani sono scritti dalla stessa artista in collaborazione con il produttore Nicola Marotta, la distribuzione è di Ada, Mix & Master di Kalidocloud.

Bouganville  raccoglie due singoli pubblicati dalla giovane  artista nell’ultimo anno, “La migliore versione di noi” e “Booking” (a lungo tra i titoli inseriti da Spotify) ed altri brani inediti.  <Il mio percorso è in crescendo- commenta la cantante- i due pezzi già pubblicati avevano sfumature diverse ma  saranno molto bene nel nuovo EP esche entrati rappresentano il focus del mio progetto>.

Marsali è il nome d’arte di Rebecca Pecoriello, 25 anni,  diplomata in canto pop al Conservatorio, è figlia del popolare sassofonista jazz Pierpaolo Pecoriello: <Mio padre mi ha dato un notevole contributo genetico- ammette l’artista- un’eredità  che mi ha portato ad amare la musica, passione condivisa da  mia madre che ha conosciuto papà ad un concerto. Quando ero nella sua pancia, mamma mi faceva sentire in cuffia le canzoni di Witney Houston ei  altri grandi cantanti, quando sono nata amavo già le note del pentagramma>.

L’album propone brani indie, acustici ma è predominante il  genere “Bedroom pop”, la new wave dei musicisti digitali: <In America sta spopolando- aggiunge Marsali – ed è un genere che mi rappresenta molto. Se potessi descriverlo con i colori, sceglierei  solo  tonalità pastello e, per questa produzione, posso assicurare che abbiamo usato una bella tavolozza>.

Il nome bouganville nasce da ricordi di infanzia: <Amo tutti i fiori ma questo tipo in particolare mi ricorda mia nonna perché, nei ricordi più cari legati a lei, ql buganvillee era sempre presente. Si tratta inoltre, di una specie floreale  che cresce puntando verso l’alto e questa è la sintesi del mio progetto>.

L’album contiene le risposte di Rebecca-Marsali alle domande: <Qual è il segreto per conoscersi fino in fondo? Quale l’albero genealogico dei nostri ricordi più intimi? Perchè siamo come siamo chiedendoci spesso cosae saremmo stati se le nostre vite fossero andate diversamente?>

L’artista auspica che la sua nuova creatura musicale metta d’accordo i gusti di più fasce di pubblico: <L’ambizione maggiore per una artista è poter comunicare a tutti ma non sempre è possibile. Di Certo  mi rivolgo a persone curiose, emotive, che abbiano voglia di studiarsi dentro>. 

Mila Cantagallo