fbpx

“BUSSICIGUARDA”

Ecoistituto,  Italia Nostra, Marevivo, Medici per l’Ambiente, Mila donnambiente.

Martedì  8 novembre, alle ore 15:00, saremo in commissione Ministero ambiente, convocati dalla dirigente D’Aprile a cui fa capo la responsabilità della gestione per il  risanamento dell’area inquinata dalle attività industriali di Bussi, dopo la scomparsa del commissario Goio a cui erano intestati i soli soldi messi in bilancio per quell’area.

Sarà l’occasione per ribadire , alla vigilia dell’udienza in corte d’appello all’Aquila, che dovrebbe chiudere una  pessima  vicenda processuale, iniziata malissimo e peggio conclusa in quel di Chieti,  che la popolazione della  Valpescara  aspetta ancora la messa in sicurezza del proprio ambiente di vita, tramite la restituzione certa della  qualità  ecologica alle proprie acque di fiume e di falda.

Lo faremo con energia, iniziando col richiedere, per l’ennesima volta, tutti i passi necessari a conoscere il contenuto della discarica Tre Monti che, fuori dall’ area strettamente industriale, incombe sul fiume e continua a contaminarne il corso, mai essendo stata messa in sicurezza adeguata.

La chiarezza conoscitiva su tutte le aree contaminanti, rimane la premessa fondamentale per qualsiasi operazione di ragionamento sul come e con quali risorse intervenire per la messa in sicurezza, che, ricordiamo a noi e a tutti, è il primo fondamentale e indispensabile passaggio per una successiva e duratura bonifica di Bussi e della valle.

Giancarlo Odoardi, Domenico Valente, Paola Barbuscia, Cecilia Bellini, Mariella Saquella, Edvige Ricci

ANCORA NESSUN COMMENTO

I commenti sono chiusi