fbpx

Chieti rifà il trucco alle strade

Pronta al decollo una nuova  serie di lavori di manutenzione straordinaria su diverse strade cittadine. Con determina di fine dicembre è stata affidata la progettazione esecutiva di un nuovo ciclo di interventi che saranno effettuati non appena le temperature diventeranno più miti, affinché possa essere garantita una maggiore resistenza e presa dei materiali. Si interverrà su viale Amendola, viale Europa, sui marciapiedi di via Amiterno, in via Pescara, via Ricciardi, via Paolucci, viale Maiella e via Santa Maria Calvona con risorse per 356.780 euro circa attinti dal diverso utilizzo dei Mutui della Cassa Depositi e Prestiti. “Non appena le temperature miglioreranno faremo partire i nuovi interventi – così il sindaco Diego Ferrara e l’assessore ai Lavori Pubblici Stefano Rispoli – Le strade su cui concentrare l’attenzione sono tante, alcune le abbiamo già messe in sicurezza, ma restano arterie pesantemente rovinate a causa di una manutenzione straordinaria mancata negli ultimi dieci anni. A parte alcuni cantieri generati dal passaggio del Giro d’Italia, in passato, gli ultimi interventi organici e incisivi risalgono al sindaco Francesco Ricci, di conseguenza ci troviamo di fronte a strade, piccole e grandi, che versano in uno stato davvero pessimo, un po’ ovunque sulla rete viaria cittadina, al punto da rendere difficile persino stabilire le priorità di intervento. Abbiamo scelto le vie più frequentate, oltre che quelle più rovinate e da mettere in sicurezza a tutela della pubblica incolumità, su alcune il manto stradale presenta vere e proprie voragini che non possono più essere tamponate, perché oltre ai possibili rischi per auto e moto c’è il discorso del decoro. Non vogliamo una città piena di toppe, per questo abbiamo deciso di calibrare gli interventi e siamo alla continua ricerca di risorse per poterli estendere fin dove serve, ampliando ancora di più il raggio di intervento. Non appena saremo in condizioni di intervenire accompagneremo i lavori con la comunicazione alla città, condividendo volta per volta le informazioni legate allo svolgimento dei lavori: il nostro obiettivo è agire senza provocare disagi, cosa che abbiamo fatti fino ad oggi, chiudendo solo le arterie su cui non era possibile fare altrimenti”.