fbpx

Ciak si sorveglia: 332 telecamere si accendono su Pescara

Il Consiglio comunale ha approvato  il Regolamento per la  video sorveglianza

Oggi  l’inaugurazione della Control-room presso l’ex ONMI

L’assise civica cittadina, presieduta da Marcello Antonelli, si e ‘ riunita in adunanza straordinaria per portare a compimento il percorso a suo tempo avviato per dotare Pescara di un impianto di videosorveglianza, con 332  telecamere di ultima generazione in 4K, gradualmente attivate per video e foto, volto alla tutela del patrimonio pubblico da atti di vandalismo, al monitoraggio del traffico urbano e alla rilevazione di situazioni di pericolo per la sicurezza pubblica. Oggi la control room viene    inaugurata, presso l’edificio ex ONMI alla presenza del Sottosegretario Molteni, la Control-room cuore operativo dell’intero sistema.

<Oggi realizziamo un importante salto di qualità per Pescara – afferma l’assessore  alla sicurezza urbana Adelchi Sulpizio-al fine di garantire una adeguata risposta sotto il profilo della prevenzione e della tutela da azioni criminose, vandaliche, di danneggiamento e di abbandono abusivo di rifiuti. Nello stesso tempo questo Regolamento ottiene un fondamentale obiettivo, ossia il raggiungimento di un punto di equilibrio tra le esigenze di sicurezza della nostra città e il diritto alla privacy dei cittadini. La presenza di una sala di controllo e voluta, che inaugureremo domani, rappresenta il valore aggiunto dell’intero progetto perché  integra funzionalità di analisi video, intelligenza artificiale e autoapprendimento>.

I contenuti del documento sono stati illustrati  dallo stesso Adelchi Sulpizio che ha sintetizzato nel suo intervento quelle che saranno le modalità di raccolta, trattamento, conservazione e accesso ai dati personali rilevati dalla videosorveglianza.
Scendendo nei dettagli, il Regolamento indica le modalità di utilizzo delle telecamere, fisse e mobili, di lettura targhe e “fototrappole”, individuando i soggetti coinvolti nel trattamento dei dati e le relative funzioni; altro aspetto che emerge, naturalmente, è quello che definisce la tutela dei dati personali e, quindi, il rispetto delle norme sulla privacy e delle direttive comunitarie; non meno rilevanti sono le garanzie riconosciute ai privati titolari del diritto di accesso alle informazioni che, una volta acquisite, saranno conservate per 7 giorni dalla data della rilevazione, questo in assenza di richieste da parte dell’autorità giudiziariaVa specificato che sono stati designati al trattamento dei dati rilevati, di cui è titolare il Comune di Pescara (rappresentato ai fini del GDPR dal sindaco), il comandante della Polizia Municipale e i dirigenti dei servizi deputati eautorizzati. La presenza delle telecamere verrà opportunamente segnalata ai cittadini che entreranno nel raggio di azione degli impianti.