fbpx

CINQUE FINALISTI ANNUNCIO DELLA CARPET TALENT

NOMI TOP IN FASHION SONO ammaliata dal SOSTENIBILE TALENTO MODA. COME LA FINALE IN CINQUE GRANDE CONCORSO SOSTENIBILE fashion design sono rivelate.
PER IL RILASCIO IMMEDIATO
5 Settembre 2017

Da sinistra a destra: Tomaso Anfossi e Francesco Ferrari (CO | TE), Tiziano Guardini (Tiziano Guardini), Daniele Calcaterra (Calcaterra), Desiree Bollier (Sedia, Value Retail), Mateja Benedetti (Matea BENEDETTI), Leo Macina (Leo Studio design). Matea BENEDETTI, Calcaterra, CO | TE, Leo Studio Design e Tiziano Guardini sono finalisti per il Green Carpet CNMI Talent concorrenza, nell’ambito del Green Carpet Fashion Awards, Italia.  La prima edizione della concorrenza – una partnership tra Eco-Age, Camera Nazionale della Moda Italiana e Value Retail – impugnato designer emergenti di accoppiare l’etica con l’estetica con la creazione di un look su misura che celebra artigianale italiana e l’innovazione sostenibile.

GIURIA:
Dieci semifinalisti sono stati ridotti a cinque nel corso di una mangiarsi le unghie fase finale tenutosi a Parigi. sono stati necessari designer emergenti di presentare a un gruppo di notabili di moda del settore e ha avuto pochi minuti per rendere il loro impatto e spiegare la loro interpretazione della sostenibilità nella moda e come avevano utilizzato la catena di approvvigionamento prodotto in Italia.

La giuria comprende:
Derek Blasberg (Sceneggiatore, Montatore e conduttore del programma televisivo ‘Stile CNN’)
Desirée Bollier (presidente, Value Retail Management)
Carlo Capasa (Presidente, CNMI)
Ruth Chapman (co-fondatore e dirigente co-presidente, MATCHESFASHION.COM )
Mira Duma (CEO e fondatore, Moda Tech Lab)
Livia Firth (direttore creativo, Eco-Age)
Andrew Keith (Presidente, Lane Crawford)
Stefan Siegel (Fondatore, Not Just a Label)
Sara Maino Sozzani (Vice Editor in Chief, Vogue Italia, Responsabile della Vogue Talents)
Elaine Welteroth (Editor-in-Chief, Teen Vogue)

Per la storia completa:
La storia dei semifinalisti e questa competizione dinamica sono raccontate in una serie di cortometraggi, disponibile qui.
Citazioni da giudici sono disponibili qui .
La storia del vincitore di ogni designer è disponibile qui .

Matea BENEDETTI ha creato un look realizzato da Apple pelle- un’alternativa di pelle creato da rifiuti mela dal settore alimentare. Questo tessuto è un’innovazione italiana unico, creato a Bolzano.

Derek Blasberg, scrittore, redattore e conduttore del programma televisivo ‘Cnn Style’, ha detto:

“E ‘stata la prima volta che avessi mai visto in pelle Apple. Che è una sorta di terra di rottura idea. Non abbiamo bisogno di animali per la pelle, possiamo usare le mele e altri rifiuti alimentari. Questo è abbastanza favoloso”.

CALCATERRA guardare caratteristiche “penne” realizzati intrecciando corda di canapa, cotone organico organza e seta. Suiting fatta con TENCEL®, una fibra a base di polpa di legno, provengono dal responsabile piantagioni forestali sostenibili e prodotti in un processo a ciclo chiuso per garantire virtualmente tutta l’acqua ed i solventi vengono continuamente riutilizzati, alimentato da energia rinnovabile.

Elaine Welteroth, Editor-in-Chief, Teen Vogue, ha detto:

“Ho pensato che fosse davvero interessante vedere cosa succede quando si dà un gruppo di talento di progettisti una sfida come questo e chiedere loro di alzare il tiro. Ho visto che alcuni di loro erano professionisti e praticato la sostenibilità a lungo e gli altri erano nuove di zecca ad esso. E penso di aver imparato molto attraverso il corso di questa sfida. E ho fatto così, come un giudice.”

Guardate da CO | TE prodotto in Lombardia, Italia, dispone di camicie di seta organica e indumenti intimi realizzato da ECONYL- un filato realizzato da reti da pesca riciclati e tappeti.

Ruth Chapman, co-fondatore e dirigente co-presidente, MATCHESFASHION.COM

“Credo che saremo vendita al dettaglio costumi da bagno realizzati con materiali riciclati tutte le cose che abbiamo visto oggi stanno andando a influenzare i progettisti di tutto il mondo e penso che il cliente è davvero pronto a sentire su di esso”.

Leo Studio Design sguardo prodotta in Puglia caratteristiche stampate culottes, zaino e scarpe di ECONYL, un filato realizzato da rifiuti di nylon (comprese le retine di finitura e tappeti). La gonna stampata è realizzata in cotone biologico, senza l’utilizzo di pesticidi o fertilizzanti nel processo.

Andrew Keith, presidente, Lane Crawford ha detto:

“La diversità mi ha colpito oggi. Il fatto che ciascuno dei progettisti avevano adottato un approccio molto personale e rimasti molto fedeli alla loro visione e l’esecuzione creativa. Si stavano avvicinando le cose da modi diversi. Alcuni tessuti, alcuni da sourcing, alcuni da upcycling”.

TIZIANO GUARDINI creato il suo sguardo dalla seta organico pace e nylon riciclato. La mano caratteristiche abito ricamato “paillettes” che vengono creati utilizzando conchiglie upcycled e CD scartati raccolti in Italia.

Derek Blasberg, scrittore, redattore e conduttore del programma televisivo ‘Cnn Style’, ha detto:

“Un altro standout per me era Tiziano Guardini. Ho pensato che fosse super-lucido, super ben rifinito. E le paillettes erano fatti di CD schiacciati. Che mi ha fatto felice perché ho un milione di CD e ora so cosa fare con loro. Questo ragazzo mi ha un vestito di lustrini”può fare.

Desirée Bollier, presidente e Chief globale Merchant, Value Retail Management, ha dichiarato: “Siamo lieti di collaborare con Eco-Age e CNMI su questa importante iniziativa, che riflette il nostro sostegno di talenti emergenti della moda. Man mano che progrediscono verso la scena mondiale, non vediamo l’ora di mentoring i cinque finalisti e dando loro le conoscenze necessarie per sviluppare i loro marchi su scala internazionale. Il valore al dettaglio Villages in Europa e in Cina presentano una piattaforma meravigliosa per mostrare le loro collezioni, far conoscere i nostri ospiti più esigenti con i nomi di domani accanto a marchi di livello mondiale stabilite, a cominciare da La boutique creativa Spot a Fidenza Village.”

“Il nostro obiettivo attraverso questo concorso stilista emergente non era solo di trovare il miglior talento, ma di collegare quel talento in una brillante rete di sostegno e di conoscenza”, dice Livia Firth, fondatore e direttore creativo, Eco-Age. “Attraverso il sistema di tutoraggio con Value Retail stiamo offrendo ai nostri finalisti, appassionato di giustizia ecologica e sociale un percorso di vera sostenibilità: la capacità di essere in grado di crescere e sostenere il loro business della moda in futuro. Molti designer sostenibili non hanno avuto queste opportunità prima così noi stiamo sperando che sia un punto di svolta per il design sostenibile nella moda”.

Carlo Capasa, Presidente, CNMI, ha dichiarato: “Il Green Carpet Talent Competition CNMI è un progetto bello e unico che rappresenta la prima parte del primo Green Carpet Fashion Awards. Questo progetto comprende un importante aspetto educativo: la sostenibilità deve diventare una delle caratteristiche del futuro della moda, abbigliamento e accessori. Deve essere non solo bello e ben fatto, ma anche sostenibile!”.

Il vincitore del Talent Concorso CNMI Green Carpet riceverà il FRANCA SOZZANI GCC premio per il miglior stilista emergente, in onore del defunto Vogue Italia redattore capo che è stato dedicato a sostenere le nuove generazioni di talenti. Il destinatario sarà annunciato in occasione della Green Carpet Fashion Awards, Italia il 24 settembre alla Scala e avrà la preziosa opportunità di presentare al Milan Fashion Week di febbraio 2018.

MENTORSHIP
I cinque finalisti ciascuna partecipare ad un programma stimolante e altamente coinvolgente mentoring 12 mesi con Value Retail. Lavorare con mentori raccolte a mano provenienti da tutta Europa e Cina, i finalisti potranno beneficiare di esperienza globale nella moda, vendita al dettaglio, gestione della supply chain, consumer insight, costruzione del brand, turismo, marketing e distribuzione per aiutarli a raggiungere il loro vero potenziale creativo e commerciale. Il premio esclusivo sottolinea l’impegno di lunga data di Value Retail a coltivare e mettere in luce la futura generazione di moda, arte e talenti del design. I progettisti avranno anche le loro collezioni presenti in The Creative per il pranzo, una boutique pop-up dedicato alla presentazione di nuovi talenti a Fidenza Village, alle porte di Milano a partire da ottobre 2017. Inoltre, nel corso 2018, le creazioni del vincitore sarà al centro della scena in boutique curate attraverso Collezione di valore al dettaglio di 11 villaggi, una piattaforma unica per raggiungere un pubblico internazionale su grande scala.

NOTE PER GLI EDITORI
Sui premi TAPPETO green fashion, ITALIA 2017:
Camera Nazionale della Moda Italiana (CNMI), in collaborazione con Eco-Age, e con il sostegno del Ministero dello Sviluppo Economico (MISE), l’agenzia commerciale italiana (ITA) e il Comune di Milano, hanno annunciato il primo al mondo Green Carpet Fashion Awards, Italia 2017, che sono costruiti su valori sostenibili.
Il Green Carpet Fashion Awards Italia sarà costruire e sviluppare attraverso le fasi principali nel 2017, si conclude con una splendida globale prima – “The Green Carpet Fashion Awards Italia” al Teatro alla Scala, a Milano nel settembre 2017. L’evento celebrerà più grandi stilisti italiani e marchi di lusso insieme con designer emergenti per la prima volta.
Ogni casa di moda lavorerà con Eco-Age per creare un look seguendo i criteri di convalida GCC rigorosi, che esemplificare marchio made in Italia.

CIRCA Camera Nazionale della Moda:
La sostenibilità è uno dei pilastri della strategia di CNMI e un problema su cui è stato attivo per anni, anche attraverso la partecipazione a un gruppo di lavoro i cui membri includono Bottega Veneta, Ermenegildo Zegna, Fendi, Gianni Versace, Giorgio Armani, Gucci, Loro Piana , Moncler, OTB, Prada, Salvatore Ferragamo, Tod, Valentino.
Il suo impegno è iniziata all’inizio del 2012 con la pubblicazione del “Manifesto della sostenibilità per la moda italiana”, che ha fissato avanti un piano in 10 punti per la moda responsabile e sostenibile. Questa è stata seguita dalla pubblicazione di “Linee guida sui requisiti eco-tossicologici per abbigliamento, pelletteria, calzature e accessori” nel mese di febbraio 2016, un documento prodotto in collaborazione con Sistema Moda Italia, Altagamma, Federchimica, Associazione Tessile e Salute e Unic.
Il Gruppo di Lavoro Sostenibilità sta elaborando linee guida sull’uso di sostanze chimiche nei processi di produzione e si è impegnata da tempo nello studio di altre questioni fondamentali come i materiali di sourcing prime, il controllo della supply chain (anche attraverso la condivisione di audit) e sociale e la responsabilità ambientale. Nuove linee guida per un settore di vendita al dettaglio più sostenibile in termini di progettazione bioclimatica e caratteristiche delle prestazioni architettoniche sono in via di pubblicazione.
L’obiettivo è quello di implementare questa tabella di marcia alla fine del 2020, raggiungendo così piena attivazione del “Manifesto di sostenibilità per la moda italiana”.
Dal 2016, CNMI è stato anche il Comitato Moda e Accessori del Ministero dello Sviluppo Economico, insieme a tutte le altre principali organizzazioni e associazioni del settore moda. Detto Comitato ha istituito un gruppo di lavoro speciale sulla sostenibilità, che è presieduto da CNMI e Sistema Moda Italia.
CNMI sta trasportando iniziative di comunicazione, di istruzione e formazione in avanti enormi nell’intero settore al fine di garantire che la sostenibilità diventi parte integrante della percezione del mondo d’Italia e della moda italiana.
Come parte di questa strategia, il tappeto verde Fashion Awards, Italia è stato organizzato per rilanciare il marchio Made in Italia e il suo impegno per l’etica e la sostenibilità.

SU ECO-AGE:
Eco-Age è una società di consulenza di idee che aggrega potente leader di pensiero a livello mondiale e in influenzatori per affrontare le questioni interessanti e le opportunità del nostro tempo, offrendo soluzioni, attraverso i valori etici e sostenibili.
Eco-Age ha un mercato importante esperienza per affrontare le questioni della sostenibilità attraverso complesse catene di approvvigionamento, in settori ampi del settore, per il bene t reciproca delle persone e del pianeta. Il tappeto verde Challenge® (GCC®) è la piattaforma dinamica, utilizzato per creare, implementare e comunicare le soluzioni di sostenibilità su misura. Si abbina glamour e l’etica per aumentare il pro lo della sostenibilità, l’etica e il benessere sociale a livello globale.
Il GCC Brandmark è garante di eccellenza sostenibile. Il GCC Brandmark viene assegnato ai singoli prodotti e collezioni, una volta che sono stati convalidati da Eco-Age sulla base di criteri sociali e ambientali, o ai requisiti minimi, sulla base dei dieci GCC Principi per eccellenza sostenibile. convalida GCC è fondata e guidata dai principi del CCG, che sono duraturi i principi etici per le imprese. Questi sono suddivisi in giustizia sociale, la responsabilità e Amministrazione Ambientale categorie.
Se del caso, Eco-Age lavora in collaborazione con le appropriate ONG, istituzioni accademiche o di altri organi competenti, al fine di garantire la convalida GCC è robusto e su misura per il progetto specifico. Il GCC Brandmark può essere applicata a prodotti specifici, materiali o collezioni e prende in considerazione i loro requisiti di qualità e di prestazioni.
The Green Carpet Fashion Awards, Italia è stato progettato per differenziare il marchio “Made in Italia”, che è costruita su un fondamento di etica e sostenibilità.

SUL VALORE RETAIL
Value Retail è l’unica azienda a specializzarsi esclusivamente nella creazione e il funzionamento di destinazioni di shopping outlet di lusso, l’insieme di villaggi in Europa e Cina. Attraverso la raccolta Value Retail serve il mondo
marchi leader in mercati turistici principali, che lavorano con gli operatori del settore di viaggio leader nel mondo per attirare i clienti provenienti da tutto il mondo. Crea valore di opportunità per entrambe le principali marchi di lusso a livello mondiale e per il mercato consumer di lusso viaggiante. Value Retail ha da sempre fornito una crescita a due cifre del fatturato lordo ogni anno dopo l’apertura del Bicester Village nel 1995, mentre i villaggi producono tra le più alte densità di vendita per lo shopping (prezzo pieno e uscita) in tutto il mondo. Per saperne di più, visitare il sito ValueRetail.com

ANCORA NESSUN COMMENTO

I commenti sono chiusi