fbpx

Consegnati i Ciatte’ d’oro 2022 a Pescara

Cerimonia toccante  e con una folta  cornice di pubblico nella sala consiliare  del Comune di Pescara per la consegna delle onorificenze civiche alle personalità individuate dal Comitato dei saggi  che si sono distinte per l’impegno nella cultura, nel sociale, nell’economia e nello sport. Il riconoscimento, nella sua duplice denominazione “Ciattè” e “Delfino”, è stato istituito nel 2003 per celebrare i pescaresi illustri, coloro che hanno scelto la città di Pescara come centro della loro vita e quanti nel mondo le hanno dato lustro con la loro attività professionale. Il premio viene consegnato nel giorno del Santo patrono, Cetteo (Ciattènell’accezione popolare), la cui vicenda storica risalente al VI secolo è avvolta dai toni leggendari e agiografici, ma che ha contrassegnato la religiosità dell’intera comunità pescarese tanto da tramandarne generazionalmente il nome, assurto pertanto a identificazione cittadina.

La giornata è stata aperta dal Consiglio comunale riunito in seduta solenne, con il discorso istituzionale del sindaco Carlo Masci e del presidente del Consiglio comunale Marcello Antonelli che hanno posto l’accento sul significato contemporaneo dell’appartenenza a una città che si è sempre mostrata accogliente, aperta al nuovo e protesa verso il futuro, nella sua attrattività riconosciuta anche su scala nazionale. E proprio secondo la filosofia che è alla base della celebrazione ufficiale del Santo patrono e della pescaresità, la premiazione è stata preceduta dalla consegna delle pergamene sull’acquisto della cittadinanza italiana da parte di cinque neodiciottenni (Alex Rozmarynowski, ZiwenYang, Lorenzo Vrenozi, Nicole Vrapi e FatmirAdemaj) e del sacerdote filippino WindelPastoriza che ha impartito la benedizione a tutti i presenti.

La pianista Michela De Amicis , peraltro componente del Comitato dei saggi che ha individuato le eccellenze da premiare, ha eseguito da vivo il Canto degli italiani a inizio cerimonia e due intermezzi con brani di Fryderyk Chopin (Polacca op. 26 n. 1 e Valzer op. 64 n. 1) per separare i diversi momenti della mattinata.Quindi, a seguire, conferimento dei Ciattè d’oro alla memoria a Laurino Circeo MikyFrattaruolo Raffaele Paparella Treccia

Ciattè d’oro a Patrizia Ciaburro Gerardo Di Cola Antonio Di Loreto Ottorino La Rocca Don Marco Pagniello
Delfino d’oro a Massimo Caputi Michele D’Attanasio Daniele Fontecchio Simone Fontecchio,  Paolo Laporta Amalia Pomilio.