fbpx

Diversiuguali ed il colosso del faidate in festa

Mobili nuovi, regalati da un colosso dell’arredamento, per la sede dell’associazione Diversiuguali a Pescara

Una festa, tanti invitati, una grande torta innaffiata da  spumante per brindare alla nuova sede dell’associazione Diversiuguali di Pescara. Il quartier generale della onlus che  da 17 anni opera nel campo della disabilità, in realtà è sempre la stessa ma ha un  look più moderno, con colori alle pareti azzurri e bianchi, i  mobili in legno naturale appena assemblati, postazioni fiammanti  nell’aula multimediale, una presidenza più funzionale  ed elegante.

L’esigenza di un cambiamento estetic,o la presidente Gianna Camplone ed i suoi ragazzi, la avvertivano da tempo ma le risorse economiche di Diversiuguali non sono tutte impiegate nelle attività  laboratoriali, di musicoterapia e motorie degli iscritti che, grazie all’aggregazione, agli stimoli di psicologi ed operatori, si impegnano quotidianamente nello studio, nel movimento, in  lavori manuali che ne favoriscono l’integrazione nella società.

Ad esaudire il desiderio di liberare i  locali di via Nenni dei vecchi mobili di seconda mano e sostituirli con pezzi nuovi è stato il gigante dell’arredamento fai da te Ikea che ha voluto donare all’associazione tavoli, sedie, poltrone ed altre componenti di arredo. Diversiuguali non ha chiesto nulla,  tantomeno é conosceva il signor Davide Niemeijer, responsabile Sostenibilità  delle filiali di Chieti-Rimini-Bologna dell’azienda che ha scritto questa fiaba arrivata in anticipo sul Natale. E’ stato lui, curiosando su internet, a scoprire l’intensa attività della onlus e ne è  rimasto colpito: <Ho voluto incontrare la presidente- racconta il manager- ascoltare dalla sua voce il lavoro, gli obiettivi dell’associazione ed ho avuto conferma dell’idea positiva che mi ero fatto.  Mi  ha anche  confidato il desiderio di un sede più bella e noi abbiamo voluto accontentarla>.

Quindici  dipendenti del colosso svedese hanno lavorato alacremente per una giornata  nella sede di Diversiuguali per montare i mobili, abbellire gli spazi. Il risultato è stato così soddisfacente da indurre l’associazione a festeggiare il nuovo look nella sua sede. A tagliare il nastro ha pensato il prefetto di Pescara Giancarlo Di Vincenzo. Presenti autorità cittadine, rappresentanti di Ikea e tanti amici dell’associazione, accolti dagli studenti dell’Istituto Alberghiero De Cecco di Pescara  che, capitanati dalla preside Alessandra Di Pietro,  hanno offerto volontariamente il loro contributo al vernissage. Commossa, la presidente di Diversiuguali Gianna Camplone, ha commentato: <Il mio cuore batte all’impazzata per la gioia. Finalmente i nostri ragazzi  possono muoversi  in spazi più curati, confortevoli,  che li fanno sentire a proprio agio. Non finiro’  mai di ringraziare Ikea per averci regalato questo sogno. L’amore che diamo ogni giorno ai diversamente abili che fanno parte della nostra famiglia è stato ripagato con altro amore, perché un regalo così grande ed inatteso può arrivare solo dal cuore>.

Mila Cantagallo