fbpx

ECCO IL PESCARA JAZZ

Dopo lo strepitoso successo del decennale di Funambolika, il #pefest2016 lascia spazio alla migliore musica afroamericana. Si parte oggi, venerdì 8 luglio alle 21, al teatro monumento D’Annunzio, punto di riferimento dei principali spettacoli cittadini, luogo di cultura incastonato tra mare e pineta.  Sul palco del Pescara Jazz di Lucio Fumo però, non salirà l’attesissimo Mike Stern. A darne notizia è stato il coleader della band, il sassofonista Bill Evans. Il noto chitarrista statunitense infatti – scoperto dallo stesso Miles Davis negli anni ’80 – ha avuto un incidente e riporta delle fratture alle spalle. Per questo Stern ha dovuto annullare i concerti estivi, previsti in Europa e non solo.
Si prospetta comunque una serata di grande musica grazie al talentuoso Dean Brown, sostituto all’altezza del talento di Stern, apprezzato nel settore per virtuosismo e al tempo stesso melodia. Brown è uno che crede nella musica come mezzo di libertà ed espressione. Suo il motto: “la musica deve essere bella e farti stare bene”. Confermato il resto del gruppo: il navigato Bill Evans ai sassofoni, Darryl Jones al basso, Dennis Chambers alla batteria.
Anche lui lanciato da Miles Davis quando era poco più che ventenne, William D. “Bill” Evans ha collezionato altre eccellenti collaborazioni nel corso del tempo: da Herbie Hancock, a Lee Ritenour, a Mike Maineri, addirittura Mick Jagger, ottenendo anche un paio di Grammy Awards durante il percorso. Musicista eclettico, dal sapore fusion, Evans promette per Pescara un primo set di forte impatto.
A seguire, nel seconda parte della serata, salirà sul palco il gruppo del trombettista Terence Blanchard. Musicista e compositore, deve il clou della sua carriera alle colonne sonore di grandi film: da Malcom X, uscito negli anni ’90, alla 25esima ora a Chi-Raq, lanciato lo scorso anno e firmato dal regista di Spike Lee.
Con lui anche l’E-Collective, ovvero Fabian Almazan al pianoforte e tastiere, Charles Altura alla chitarra, Donald Ramsey al basso, Oscar Seaton alla batteria. Il gruppo ha recentemente inciso Breathless, un disco marchiato Blue Note, punto di fusione tra groove, funk, R&B e blues.
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
ANCORA NESSUN COMMENTO

I commenti sono chiusi