fbpx

Ente Manifestazioni Pescaresi, 2021 da record

Per tutta l’estate, da giugno a settembre, l’Ente Manifestazioni Pescaresi, con il suo ricco cartellone di manifestazioni, ha realizzato a Pescara spettacoli di alta qualità. Funambolika, Festival mondiale del nuovo circo, che ha aperto la programmazione del PeFest, ha registrato il sold out per ciascuno dei dieci appuntamenti in programma; il Pescara Jazz Festival, ha entusiasmato il pubblico del Teatro d’Annunzio grazie al ritorno degli ospiti internazionali e infine il successo dei tre appuntamenti con Levante, Ariete e Durdust, in programma per il Future Pop, Festival della cultura contemporanea, vera novità in cartellone. Facciamo un bilancio sulla stagione appena conclusa, con il Presidente dell’Ente Manifestazioni Pescaresi, Valter Meale.

La stagione estiva dell’Ente Manifestazioni Pescaresi che lei guida per il primo anno, sta per concludersi con un bilancio assolutamente positivo, quali sono state le principali difficoltà nel realizzare un cartellone eventi tanto importante con artisti internazionali in questo periodo di ripartenza?

Quest’anno è stato un anno da incorniciare per l’Ente, in quanto sono stati confermati alcuni appuntamenti storici del PeFest, come Funambolika, il Pescara Jazz e il teatro e promossi altri eventi nuovi che hanno visto l’E.M.P. coproduttore o protagonista in assoluto, come il Future Pop, che è stato un festival pensato e creato all’interno del CdA, grazie al contributo del direttore artistico Angelo Valori, con cui si è pensato di ampliare le proposte culturali dell’Ente, con una particolare attenzione al pubblico dei più giovani. Sono assolutamente soddisfatto della stagione e della nuova produzione che ha avuto un successo di pubblico straordinario e che in futuro sarà arricchita con nuovi appuntamenti che vedranno protagonisti giovani promesse artistiche. Non sono mancate le difficoltà, ma penso che siano state soddisfatte le esigenze della cittadinanza e del pubblico, oltre che degli enti promotori (Comune, Regione Abruzzo) che hanno coinvolto il Consiglio di amministrazione dell’EMP nell’organizzazione di alcune produzioni come il festival d’Annunziano, il We Love Fest e il Festival Liberty, quest’ultimo inizialmente previsto nella pineta dannunziana e poi spostato per l’incendio che ha interessato vasta parte della riserva. Siamo assolutamente soddisfatti di tutte le produzioni e coproduzioni.

Tra le varie sezioni del PeFest, quest’anno ha avuto ampio spazio la rassegna di cinema all’aperto, protagonista al teatro d’Annunzio di tutto il mese di agosto, dimostrando che il cinema è ancora un luogo dove socialità e cultura trovano la sintesi del desiderio di svago, non soltanto dei pescaresi ma anche dei turisti che soggiornano per le vacanze.

La rassegna, alla sua seconda edizione, è stata una scommessa che possiamo affermare di avere vinto, in considerazione del grande successo di pubblico presente agli spettacoli. L’arena cinematografica, di cui ricordo i dieci appuntamenti gratuiti proposti nei mesi di luglio e agosto, ha offerto ogni sera qualcosa di nuovo, sia con proiezioni di film vincitori di premi Oscar, sia più leggeri, oltre che per i più piccoli, insomma film per tutti, in grado di andare incontro ai gusti di un pubblico vasto. Rinnoveremo anche il prossimo anno la sezione cinema con nuove formule con appuntamenti gratuiti e prime visioni nazionali.

Considerato il successo della stagione estiva appena conclusa, si sta pensando all’Ente Manifestazioni Pescaresi come un hub culturale per la città, con la realizzazione di un doppio cartellone estivo e invernale?

Fin dall’inizio dell’insediamento, il nuovo C.d.A. ha pensato di voler impegnare per 365 giorni all’anno i due luoghi culturali gestiti, il teatro d’Annunzio e il Teatro Flaiano, consentendone la fruizione alla cittadinanza per tutto l’anno. Il Flaiano è stato senz’altro poco utilizzato dall’ente per le proprie produzioni e stiamo pensando di organizzare eventi o laboratori musicali nel periodo invernale. A breve mi metterò a lavoro con i consiglieri per impegnarci in una nuova sfida per poter ampliare l’offerta culturale dell’Ente. Ringrazio per il lavoro svolto e per aver consentito di organizzare un cartellone unico e di qualità, i consiglieri e il vice presidente dell’Ente, Simone D’Angelo, oltre che l’Amministrazione Comunale, nelle figure del Sindaco Carlo Masci, dell’Assessore alla Cultura, Mariarita Paoni Saccone e dell’Assessore ai grandi eventi, Alfredo Cremonese, il vice presidente della Commissione Cultura, turismo e grandi eventi Salvatore di Pino, oltre che il Presidente del Consiglio Regionale Lorenzo Sospiri.

Franca Terra