ERRI DE LUCA A PESCARA

Lo spettacolo, che vede protagonisti Erri De Luca e il Canzoniere Grecanico Salentino, coniuga tradizione e mito articolandosi attorno al racconto di storie vecchie e nuove. Musica, danza e parola catturano l’attenzione del pubblico e rinnovano l’interesse per un’iniziativa inserita nell’ambito del Festival delle Letterature dell’Adriatico.

“In tanti anni il Festival delle Letterature si è caratterizzato come iniziativa culturale nuova, arrivando a 12000 partecipanti. – ha detto l’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo – Una comunità grande che ama il libro in tutte le sue declinazioni, che non possiamo lasciare orfana di incontri nel corso dell’anno. Così durante l’anno ci sono eventi che mantengono viva l’attenzione verso il libro, la cultura e la musica e l’appuntamento con Erri De Luca è una di quelle occasioni. Azzeccata la scelta del Canzoniere Salentino, una straordinaria performance che darà a Pescara uno spettacolo unico. Di Erri De Luca ricordo la scelta, venendo al FLA qualche anno fa, di stare non dietro il tavolo degli intervistati, ma fra la gente in platea, un gesto che ha incantato tutte le persone che avevano affollato la sala dell’auditorium Petruzzi dandoci la perfetta cognizione che il Festival era cresciuto e spingendoci a prendere un impegno con il pubblico: riportare Erri De Luca a Pescara alla prima occasione possibile. C’è da dire che all’epoca il suo nome non medializzato era quello di uno scrittore e poeta grande, e tale partecipazione ha contribuito ad esprimere l’interesse che la città ha per la cultura. Un interesse che potrà essere nuovamente appagato”.

Il direttore artistico del Festival, Vincenzo D’Aquino, aggiunge:

“Con Erri De Luca abbiamo capito che il FLA aveva fatto un passo avanti – dice – ci riproviamo questa volta, con ARCI e siamo contenti di vederlo tornare con uno spettacolo completo, che ha una scenografia importante, proiezioni, un tema robusto e che conclude la sua tournee. Siamo contenti di tornare ad accoglierlo qui a Pescara in uno degli appuntamenti intermedi del FLA. Ne stiamo preparando altri, uno per il 23 aprile, giornata mondiale del libro, che sarà accompagnata da un altro grande evento, importante e attrattivo”.

ANCORA NESSUN COMMENTO

I commenti sono chiusi