ERRI DE LUCA, CITTADINO ONORARIO DI MORRO D’ORO

Il Comune di Morro d’Oro conferirà la cittadinanza onoraria allo scrittore e giornalista Erri De Luca, domani pomeriggio, martedì 24 maggio.

La cittadinanza onoraria, sarà conferita nel corso di una cerimonia organizzata dal Comune di Morro D’Oro. “Incontro con uno scrittore di passaggio”, questo il titolo della serata, che prenderà il via alle ore 19.00, domani pomeriggio, in Piazza Duca degli Abruzzi e nel corso della quale, interverrà, insieme allo scrittore e agli amministratori, anche il Presidente della Regione Abruzzo, Luciano D’Alfonso.

Questa la motivazione con la quale il Consiglio Comunale di Morro D’Oro, riunito in seduta straordinaria, su proposta del sindaco Michele Poliandri, ha ratificato la decisione di conferire la cittadinanza onoraria ad Erri De Luca:

“In segno di alta considerazione e quale riconoscimento e gratitudine per l’alto senso civico, per l’intensa attività letteraria, artistica, politica, umana e sociale, in difesa dei deboli e della dignità delle persone e delle comunità, fondamento della nostra cultura democratica e solidale”,

Nato a Napoli nel 1950 e autore di molteplici saggi, giornalista, militante e attivista per il riconoscimento dei diritti umani, Erri De Luca ha un profondo legame con il Comune di Morro D’Oro che frequenta da anni.

“Per noi è un immenso onore poter insignire un illustre scrittore e giornalista, da più parti definito come lo scrittore del decennio, con il conferimento della cittadinanza onoraria del nostro piccolo comune”, afferma l’assessore alla Cultura del Comune di Morro D’Oro Roberta Di Sante. “Erri De Luca – prosegue l’assessore – ha scelto Morro D’Oro come luogo per spunti di riflessione e attimi di meritato riposo, per via della sua tranquillità nonché dell’ospitalità e discrezione della sua gente. Non possiamo che essere grati a lui di questo ed omaggiarlo nel nostro piccolo per la grande produzione letteraria e il forte impegno sociale, oltre al profondo legame che lo lega al territorio morrese che egli permette di far conoscere anche fuori dal nostro Abruzzo”.

ANCORA NESSUN COMMENTO

I commenti sono chiusi