fbpx

FINALISTI “SEZIONE A” DEL PREMIO “LAUDOMIA BONANNI”

BRUNO GALLUCCIO, “La misura dello zero”, Giulio Einaudi Editore

Bruno Galluccio è nato a Napoli. Laureato in fisica, ha lavorato in un’azienda tecnologica occupandosi di telecomunicazioni e sistemi spaziali. Il suo primo libro di poesia, “Verticali”, è uscito nel 2009. “Una raccolta che si sviluppa intorno a due fuochi. Due diversi tipi di smarrimento che in realtà Galluccio riesce miracolosamente a incrociare. Da un lato questo smarrimento segue i percorsi di tematiche esistenziali più tradizionali al mondo della poesia, seppure per squarci deformanti o esplicitamente onirici. Dall’altro lo stupore è legato a tematiche scientifiche, alla matematica, alla fisica, alla cosmologia. Il linguaggio scientifico ha talvolta funzione propria e talvolta valore metaforico. Riverbera sugli sfondi esistenziali tracce di sgomento e di emozioni che hanno a che fare con meccanismi assai più grandi e complessi di una semplice vita umana. E il mondo scientifico, viceversa, si carica di umanità, di biografia. L’interazione fra i due piani, solo all’apparenza lontanissimi, produce un percorso mentale e immaginativo assai ricco, che si traduce su un piano verbale altrettanto suggestivo, ma come rarefatto e quasi incantato”.

FABRIZIO DALL’AGLIO, “Colori e altri colori”, Passigli Poesia

Fabrizio Dall’Aglio è nato a Reggio Emilia nel 1955. Le sue precedenti raccolte sono: “Quaderno per Caterina, Libreria Prandi, 1984, “Versi del fronte immaginario”, Liberia Prandi, 1987, “La strage e altre poesie 1975-1982”, Il Girasole, 2004 (Premio Città di Penne), “Hic et nunc”, Passigli, 1999 (Premio Eugenio Montale), “L’altra luna”, Passigli, 2006 (Premio Camposampiero). Queste ultime due raccolte sono state pubblicate in Spagna, mentre “Hic et nunc” è attualmente in corso di pubblicazione in Slovenia. Nel 2013 gli è stato assegnato a Montefredano il premio “Giuseppe Pisano” per la sua opera poetica.

FRANCO BUFFONI. “Jucci. Poesia”,  Mondadori

Franco Buffoni, nato a Gallarate nel 1948, vive a Roma. Saggista (“L’ipotesi di Malin, “Marcos y Marcos, 2007) e traduttore (“Poeti romantici inglesi”, Mondadori, 2005), ha insegnato per trent’anni letteratura inglese e letterature comparate. Nel 1989 ha fondato e tuttora dirige “Testo a fronte”. Tra i suoi libri di narrativa “Più luce, padre”, Sossella, 2006, “Zamel”, Marcos y Marcos 2009, “Il servo di Byron”, Fazi, 2012, “La casa di via Palestro”, Marcos y Marcos, 2014. Come poeta esordì nel 1978. Seguirono “Nell’acqua degli occhi”, Guanda, 1979, “I tre desideri”, San Marco dei Giustiniani, 1984, “Quaranta a quindici”, Crocetti, 1987, “Scuola di Atene”, L’arzanà, 1991, “Suora carmelitana”, Guanda, 1997, “Il profilo del Rosa”, Mondadori, 2000, “Guerra”, Mondadori, 2005, “Noi e loro”, Donzelli, 2008, “Roma”, Guanda, 2009. Il suo lavoro è stato raccolto in “Poesie 1975-2012”, Mondadori, 2012.

ANCORA NESSUN COMMENTO

I commenti sono chiusi