fbpx

I grandi nomi del teatro contemporaneo nella nuova stagione del Teatro del Sangro

In cartellone dieci spettacoli, da ottobre a dicembre, nella rassegna diretta da Stefano Angelucci Marino e Rossella Gesini

È stata presentata ufficialmente oggi, presso la sala stampa della Regione Abruzzo in piazza Unione a Pescara, la nuova stagione di “Teatro Contemporaneo” a cura del Teatro del Sangro/Teatro Studio, che ha da poco ottenuto il prestigioso riconoscimento dell’ammissione al FUS (Fondo Unico per lo Spettacolo) da parte del Ministero della Cultura.

Sono intervenuti, oltre ai direttori artistici del Teatro del Sangro Stefano Angelucci Marino e Rossella Gesini, anche l’assessore alla Promozione Culturale della Regione Abruzzo Daniele D’Amario e il Sindaco di Treglio Massimiliano Berghella.

Gabriele Vacis, Arianna Scommegna, Massimiliano Civica, Roberto Latini, Oscar De Summa, Enzo Moscato, Mariangela Gualtieri, Mario Perrotta, Massimo Recalcati, Virgilio Sieni, il Nuovo Teatro Sanità con Mario Gelardi, Andrea Cosentino, la compagnia Lombardi-Tiezzi: sono soltanto alcuni dei protagonisti di una stagione capace di riunire in un unico cartellone alcuni tra i più influenti e importanti attori e registi della scena teatrale italiana contemporanea.

Oscar De Summa

Realizzata anche grazie al sostegno del Ministero della Cultura, la stagione “Teatro Contemporaneo 2021” del Teatro del Sangro/Teatro Studio, all’indomani di una pandemia che ha fortemente penalizzato lo spettacolo dal vivo e i suoi lavoratori, offre un programma, ambizioso ma necessario, che ha i suoi punti di forza nella qualità delle proposte e nello sguardo allargato, con l’obiettivo di coinvolgere nuovi pubblici e di formulare pensieri altri, ponendosi in ascolto delle esigenze della comunità e puntando sulla necessità della condivisione.

“Sono qui per testimoniare la vicinanza della Regione Abruzzo al Teatro del Sangro, una realtà rilevante e vitale del nostro territorio che abbiamo sempre sostenuto e che oggi può giustamente festeggiare anche per l’importante riconoscimento che ha ottenuto da parte del Ministero della Cultura”, ha affermato l’assessore regionale Daniele D’Amario

 

Enzo Moscato

“Il Teatro Studio ha scelto la città di Treglio per sviluppare la sua progettualità, un piccolo teatro in un piccolo paese, il più piccolo del territorio. Insieme però abbiamo fatto grandi cose, e il riconoscimento del Ministero è innanzitutto il riconoscimento a un lavoro lungo e impegnativo che ci ha permesso di costruire sul territorio progettualità rilevanti ed efficaci per qualità e soprattutto per prospettive”, ha dichiarato a sua volta il Sindaco di Treglio Massimiliano Berghella

“Siamo orgogliosi del fatto che il nostro progetto artistico sia risultato primo classificato assoluto a livello nazionale, superando grandi città come Napoli, Roma, Bologna, Milano e Torino, e desideriamo consolidare questo traguardo nel prossimo triennio. Quello del Teatro del Sangro è un progetto votato all’eccellenza, particolarmente meritevole in quanto rivolto ad un territorio culturalmente ritenuto svantaggiato”, hanno spiegato Stefano Angelucci Marino e Rossella Gesini, direttori artistici del Teatro del Sangro.

Tutti gli spettacoli si terranno presso il Teatro Studio a Treglio (Chieti), in via Abbazia, e avranno luogo nel pieno rispetto delle norme in vigore relative all’emergenza Covid. Per informazioni e prenotazioni è possibile chiamare il numero 340.9775471 oppure scrivere all’indirizzo info@teatrodelsangro.it.