fbpx

Imago, inaugura a Pescara alla presenza del Presidente Mattarella

La cerimonia è iniziata alle ore 11 con l’arrivo del Presidente della Repubblica, Mattarella, accolto all’ingresso dell’Imago Museum dal Presidente della Fondazione Pescarabruzzo, Nicola Mattoscio, che ha realizzato il nuovo polo culturale, Imago.
La visita istituzionale è iniziata all’esterno con lo svelamento di un’epigrafe a ricordo della celebrazione ed è proseguita all’interno con un breve tour attraverso le esposizioni presenti., alla presenza della Autorità locali, tra cui il Sindaco Masci ed il Presidente della Commissione Finanzae e Tesoro del Senato, D’Alfonso, e della cittadinanza.

Nel corso della cerimonia, il Capo dello Stato ha avuto modo di apprezzare capolavori artistici internazionali appartenenti a correnti tra le più espressive del Novecento.
«La presenza del Presidente della Repubblica ci onora e rende merito al ruolo dell’arte in generale, come sostegno alla fuoriuscita dalla grave emergenza sanitaria, nonché al valore specifico dell’ampio progetto di promozione di un vero e proprio distretto culturale e di rigenerazione urbana, perseguito dalla Fondazione e volto a realizzare un’eccellenza nel medio-adriatico italiano», dichiara il suo Presidente, Prof. Nicola Mattoscio.

Due le mostre permanenti che il Presidente ha potuto visitare: Impressioni e realtà. Il sogno scandinavo da Barbizon a Civita d’Antino, dedicata al gruppo di pittori legati alla “Scuola di Civita d’Antino”, che hanno dipinto l’Abruzzo a cavallo tra Ottocento e Novecento; l’altra, dal titolo Arte, immagine e realtà che propone una prestigiosa raccolta di opere contemporanee di 73 artisti tra pittori e scultori attivi soprattutto nella seconda metà del Novecento (tra i quali Ortega, Mensa, Maya della realidad spagnola; Rivers, Carroll, Forrestall tra gli autori nordamericani; Sassu, Di Stefano e Galliani della scuola figurativa italiana).

Infine, la prestigiosa mostra temporanea: Warhol e Schifano, tra pop art e classicismo che propone un confronto tra due maestri della Pop Art tra i più significativi e originali, attraverso l’esposizione di più di 400 opere tra serigrafie, fotografie, stampe, poster, tele e carboncini. Con una presenza unica e irripetibile, che impreziosisce il tutto : la mostra temporanea 6 sculture di Matres, datate intorno al III e IV secolo a.C., esposte per la prima volta in abbinamento ad uno straordinario ciclo pittorico dedicato alla divinità Mater Matuta del grande maestro Mario Schifano.

La visita si è conclusa con brevi saluti istituzionali.
Nicola Mattoscio, nel suo discorso, ha dichiarato che : “La Fondazione Pescarabruzzo è energicamente impegnata a combattere la stessa povertà materiale: per tutti, ricordo l’importante progetto in corso da alcuni anni di contrasto alla povertà educativa infantile e quello volto a sostenere i senza fissa dimora, l’accoglienza degli immigrati e le centinaia di pasti distribuiti quotidianamente ai nuovi indigenti, che è portato avanti con efficacia e passione dalla Caritas Diocesana nell’ambito della “Cittadella dell’Accoglienza”, struttura immobiliare di proprietà della Fondazione e affidata alla Diocesi in una virtuosa partnership che lo stesso Presidente della CEI, a suo tempo, definì come tra le più esemplari sperimentate in Italia. Per ciò ringrazio in particolare il Vescovo S.E. Mons. Tommaso Valentinetti.

Coerentemente con questa visione, l’Imago Museum vuole essere il fiore all’occhiello di un progetto complessivo pensato per la nostra città, che assume la cultura e la formazione, anche quella accademica, a suo specifico supporto, come fattori strategici di successo di nuovi modelli di crescita. 
 L’Imago Museum si qualifica, perciò, come un polo culturale aperto, dinamico, poliedrico, capace di favorire il dialogo del medio adriatico italiano con i più attivi interpreti, in campo nazionale ed internazionale, dell’espressione artistica.”
Il Presidente Mattarella ha affermato : “Vi sono circostanze, calamità naturali come il terremoto o eventi drammatici come la pandemia, che inducono a ritrovare le ragioni della reciproca solidarietà e che inducono anche a rivolgersi agli elementi e agli aspetti più importanti della convivenza. La cultura è uno di questi ed è quello che questa mattina qui si è cercato di fare.”
E’ stato sicuramente un momento di celebrazione della cultura e di orgoglio per la presenza a Pescara del Presidente Mattarella.
Per chi non l’avesse ancora vista la mostra è accessibile presso il polo culturale Imago.

Anna Chiara de Nardis