fbpx

ITALIA IN LUTTO PER LA MORTE DI CARLO AZEGLIO CIAMPI

E’ morto oggi a Roma all’età di 95 anni, Carlo Azeglio Ciampi, presidente emerito della Repubblica, dopo un peggioramento delle sue condizioni di salute.
Ciampi era nato a Livorno, il 20 dicembre del 1920, dopo aver studiato dai gesuiti si era laureato in lettere all’Università Normale di Pisa e successivamente in giurisprudenza.
Nel 1946 entrò come funzionario “avventizio” nella Banca d’Italia, dove divenne segretario generale, poi direttore generale e governatore fino al 1993, per quattordici anni consecutivi, governatore.
Durante il suo governo la Banca d’Italia affrontò sfide enormi, quali la crisi valutaria del 1992. In piena tangentopoli, nel 1993, Ciampi divenne presidente del Consiglio, chiamato dal presidente della Repubblica, Oscar Luigi Scalfaro. Ciampi rimase in carica per 377 giorni, dando vita al primo governo tecnico della Repubblica italiana.

Dopo la fine del suo esecutivo, Ciampi fu ministro del Tesoro in altri due governi, quello guidato da Romano Prodi nel 1996 e quello di Massimo D’Alema.

Il 13 maggio del 1999 fu eletto Presidente della Repubblica, con un consenso vastissimo, diventando uno dei presidenti più amati.
ANCORA NESSUN COMMENTO

I commenti sono chiusi