fbpx

IV APPUNTAMENTO DELLA 51° STAGIONE CONCERTISTICA 2016/2017

Venerdi 4 novembre alle ore 21 sul palcoscenico del Teatro Massimo si esibirà un ensemble fra i più promettenti in Italia

QUARTETTO NOÛS
Tiziano Baviera, violino
Alberto Franchin, violino
Sara Dambruoso, viola
Tommaso Tesini, violoncello

che ha ricevuto nel 2015 dal Teatro La Fenice di Venezia il Premio “Arthur Rubinstein – Una Vita nella Musica” per essersi rivelato nel giro di pochi anni una delle formazioni più promettenti della musica da camera italiana e vinto nello stesso anno il Premio “Piero Farulli”, assegnato alla migliore formazione cameristica emergente nell’anno in corso, nell’ambito del XXXIV Premio “Franco Abbiati”, il più prestigioso riconoscimento della critica musicale italiana.

In programma l’esecuzione delle seguenti musiche:
A. Webern “Langsamer Satz”
L. Janácek Quartetto n. 2 “Lettere intime”
J. Brahms Quartetto n. 1 in do min. op. 51

Noûs (nùs) è un antico termine greco il cui significato è mente e dunque razionalità, ma anche ispirazione e capacità creativa. Il Quartetto Noûs, formato da quattro giovani musicisti italiani, nasce nel 2011 all’interno del Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano. Frequenta l’Accademia “Walter Stauffer” di Cremona nella classe del Quartetto di Cremona, la Musik Akademie di Basilea nella classe del M° Rainer Schmidt (Hagen Quartett) e si perfeziona con Aldo Campagnari (Quartetto Prometeo) e Hatto Beyerle (Alban Berg Quartett). E’ vincitore del primo premio al Concorso Internazionale “Luigi Nono” di Venaria Reale e al XXI “Concorso Internazionale Anemos” di Roma. Nel 2014 gli viene conferita la menzione d’onore nell’ambito del “Sony Classical Talent Scout” di Madesimo. Riceve dal Teatro La Fenice di Venezia il Premio “Arthur Rubinstein – Una Vita nella Musica” 2015 per essersi rivelato nel giro di pochi anni una delle formazioni più promettenti della musica da camera italiana. Nel 2015 si aggiudica il Premio “Piero Farulli”, assegnato alla migliore formazione cameristica emergente nell’anno in corso, nell’ambito del XXXIV Premio “Franco Abbiati”, il più prestigioso riconoscimento della critica musicale italiana. Si è esibito per le più importanti istituzioni musicali nazionali ed estere. Nel 2013 è stato quartetto in residence al “Festival Ticino Musica” di Lugano. Dal 2015 partecipa al progetto “Le Dimore del Quartetto” dell’Associazione Piero Farulli in collaborazione con Associazione Dimore Storiche Italiane.

Segnaliamo il prossimo appuntamento: 11 novembre / Stefan Milenkovich, violino.

ANCORA NESSUN COMMENTO

I commenti sono chiusi