fbpx

LA “MADONNA DEL LATTE” IN MOSTRA ALL’EXPO

La “Madonna del Latte” parte alla volta di Milano dove potrà essere ammirata da tutto il mondo di EXPO  in occasione della Mostra “Il tesoro d’Italia”: grande rassegna d’arte antica e contemporanea allestita nel padiglione Eataly, con una selezione di circa 100 opere scelte su base regionale, curata da Vittorio Sgarbi. Si concretizza così l’ambizioso progetto dell’amministrazione comunale di Campli di portare all’Esposizione Universale un’opera-simbolo del suo ricco patrimonio artistico, subito raccolto con entusiasmo dal noto critico d’arte in occasione della sua visita in città ad inizio anno. Al ritorno da Milano, l’opera sarà collocata nelle sale del Convento di Sant’Onofrio dove, alla fine del mese di settembre, nascerà il Museo Nazionale d’Arte Sacra, come annunciato dal sindaco di Campli, Pietro Quaresimale, e dalla responsabile della Soprintendenza per i Beni storici e artistici d’Abruzzo, Lucia Arbace, nel corso della conferenza stampa: “Quello che ci ospita oggi è un luogo dal forte valore simbolico – spiega il sindaco Quaresimale – in quanto, al termine di Expo, diventerà la sede che custodirà il prezioso affresco. Il Museo Nazionale d’Arte Sacra, aperto al pubblico dal 26 settembre prossimo, diventa così, dopo il Museo Archeologico, il secondo museo di livello nazionale presente a Campli”. L’apertura del Museo d’Arte Sacra renderà finalmente fruibili al pubblico preziose testimonianze storico-artistiche prodotte nei secoli dalla comunità cristiana locale, attraverso una ricca collezione di polittici, pale d’altare, tabernacoli, sculture lignee, in pietra e terracotta provenienti dai principali edifici sacri del territorio.

ANCORA NESSUN COMMENTO

I commenti sono chiusi