fbpx

LA PASTICCERIA ITALIANA IN ITALIA E NEL MONDO

Domani, Martedì, 22, novembre, ore 9.30, Biblioteca del Senato, Sala Atti Parlamentari, Piazza della Minerva, 38, Roma. Si sono dati appuntamento domattina a partire dalle 9.30, a Roma, nella Sala degli Atti Parlamentari della Biblioteca del Senato i 20 mila pasticceri e le 9 mila aziende che ruotano intorno al mercato dell’arte bianca, che aderiscono alla Conpait (Confederazione Nazionale Pasticcieri Italiani). 
Il dibattito LA PASTICCERIA ITALIANA  IN  ITALIA  E  NEL  MONDO. DA EXPO 2015 A EXPO 2020: MILANO DUBAI, a cui parteciperanno anche i rappresentanti delle Istituzioni italiane e straniere, sarà l’occasione per la categoria dei Pasticceri e di tutti coloro che costituiscono il mercato dell’arte bianca, in fortissima ascesa, di ottenere una serie di importanti traguardi di carattere normativo: il riconoscimento della professione di pasticcere, per tutelare una professione in forte crescita, ma priva di leggi che ne disciplinino la formazione, a differenza di altre categorie che operano nel settore alimentare. E sulla formazione saranno illustrati dei progetti di formazione già avviati con alcune scuole alberghiere italiane, mentre il Sottosegretario alla Giustizia, la senatrice Federica Chiavaroli, spiegherà il progetto di formazione da avviare nelle carceri Italia, grazie ad un accordo con Conpait, per insegnare ai detenuti una profusione riconosciuta che, di fatto, faciliti il loro reinserimento nella società. 
Altro importante tema sarà quello dell’internazionalizzazione, avviato da Conpait già durante Expo Milano, domani si tracceranno le sfide  che attendono la pasticceria italiana, anche in vista dell’Expo Dubai 2020, per continuare a promuovere la pasticceria italiana nel mondo. Motivo per cui domattina saranno presentati alcuni progetti già avviati e in itinere: scuole di formazione in Italia e all’estero, sulla scia dell’Istituto creato a Zagabria, di cui parleranno ampiamente alcuni rappresentati dell’I.C.E. e i delegati delle Ambasciate straniere coinvolte nel progetto di formazione internazionale; la certificazione dei produttori di cacao fino di aroma, completamente biologico e dalle elevate proprietà organolettiche; infine il riconoscimento del Panettone come il dolce italiano nel mondo.
All’incontro interverranno: il presidente nazionale della Conpait, Federico Anzellotti, il Sottosegretario alla Giustizia, Federica Chiavaroli, i rappresentati dell’I.C.E. e i delegati di numerose Ambasciate straniere in Italia, alcuni membri di Cast Alimenti, l’Università dei Sapori di Perugia, il volto della pasticceria italiana nel mondo Igino Massari (numerose le sue partecipazioni a MasterChef Italia, consulente di MasterChef Francia e tutor delle prove de Il più grande pasticcere); Patrizia Cecchi, direttore di Rimini Fiera, che a fine gennaio ospiterà il Sigep (Salone Internazionale della Gelateria e Pasticceria).
ANCORA NESSUN COMMENTO

I commenti sono chiusi