fbpx

La perdita di peso ….grasso o muscolo?

 

Le fasi del dimagrimento ed i consigli per una dieta intelligente 

Alla maggior parte delle persone interessa solo perdere peso, non importa assolutamente se scende il grasso o il muscolo, l’essenziale è che la bilancia segni  un numero  inferiore rispetto a prima. E’ un dato di fatto. Ma se dicessimo che  limitare il più possibile la perdita di massa muscolare è importante per evitare in futuro il fenomeno dello stallo del peso? E come limitare la perdita di massa magra? Partiamo da questo interrogativo: cosa succede quando ci mettiamo a dieta? La perdita di peso non è un processo continuo ma dinamico. Durante la restrizione calorica, la prima fase della perdita di peso è rapida e dura, essa  va  da pochi giorni a un mese. La chiameremo FASE 1. Successivamente avremo una perdita di peso più lenta che definiremo  FASE 2. Durante le prime settimane di restrizione calorica il peso si riduce rapidamente ma in funzione della perdita di massa magra (fase 1). Per massa magra non intendiamo solo il muscolo, ma un mix di glicogeno (zucchero di riserva presente nei muscoli), proteine e liquidi. La massa grassa invece diminuirà lentamente durante il periodo di successiva restrizione calorica (fase 2). Ora poniamo un quesito: la rapida perdita di peso nei primi giorni o settimane di dieta e’ a carico della perdita di massa grassa? NO! L’adipe che perdiamo è poco. Solo nella fase 2 ridurremo una maggior percentuale di grasso. Tutto questo accade fisiologicamente quando decidiamo di seguire una dieta equilibrata ed un programma di allenamento ben strutturato. Così facendo limiteremo il più possibile la perdita di massa magra. Il peso scenderà gradualmente e migliorerà di conseguenza la nostra composizione corporea. Quando  invece rischiamo di perdere eccessiva massa muscolare e andare incontro al fenomeno dello stallo del peso? Quando ad esempio ricorriamo alla “dieta fai da te”, quando la restrizione energetica è eccessiva e non correttamente bilanciata, quando dall’oggi al domani decidiamo di tagliare i carboidrati. Sono tutte situazioni in cui rischiamo di perdere peso (se vogliamo anche nel breve periodo) ma di erodere eccessivamente la massa muscolare andando a compromettere la nostra struttura  corporea. Se rinunciamo a  troppa massa magra, rischiamo di andare incontro al fenomeno dello stallo del peso in futuro. Una situazione in cui il nostro organismo decide di non proseguire con il processo di dimagrimento.

di Lorenzo Maturo