fbpx

LA RINASCITA TURISTICA DEL VIETNAM: UN VIAGGIO TRA NATURA E STORIA

Coste dove il verde delle foresta tropicale incontra quello delle acque delle lagune circondate da imponenti formazioni rocciose e grandi città dove lo stile architettonico tradizionale si fonde con quello importato dai coloni europei: il Vietnam è uno scrigno di tesori artistici e panorami da sogno, dove vivere viaggi all’insegna della scoperta e dell’avventura.

Situato ai confini orientali del continente asiatico, il territorio del Vietnam affaccia sulle acque del Mar Cinese Meridionale, confinando a nord con la Cina e ad ovest con il Laos e la Cambogia.
Dopo decenni di conflitti, il paese ha dovuto attraversare una lunga fase di rinascita per ritrovare la sua unità e veder crescere la sua economia. Oggi, il settore turistico è senza dubbio uno dei più dinamici, grazie soprattutto alle innumerevoli attrazioni naturali e paesaggistiche disseminate nel territorio vietnamita e al fascino del folklore di un popolo multietnico, orgoglioso della sua storia, ma anche pronto ad accogliere i visitatori sempre con grande riguardo.

Nel 2016, il Ministero del Turismo vietnamita segnalava un’importante crescita degli arrivi nel paese, pari al 26% rispetto all’annata precedente. In tutto, durante lo scorso anno, ben 10 milioni di viaggiatori hanno scelto di immergersi nelle magiche atmosfere delle città e dei complessi monumentali avvolti dalla giungla del Vietnam. Anche per quanto riguarda i viaggiatori provenienti dal Bel Paese, i numeri mostrerebbero un trend di crescita costante negli ultimi anni: sempre in riferimento al 2016, i turisti italiani giunti in terra vietnamita sarebbero stati circa 50mila.

Il successo del Vietnam come meta turistica potrebbe sorprendere, dato che nell’immaginario di molti il paese rimane legato ai tristi episodi di guerra consumatisi a cavallo tra gli anni ’60 e ’70.
La difficile storia di questa nazione, tuttavia, non le ha impedito di puntare sulla valorizzazione di un territorio tra i più affascinanti e ricchi di sorprese al mondo, mettendo a punto un’offerta turistica variegata e capace di incontrare i desideri e il gusto di ogni tipo di visitatore, da quello in cerca di avventura, a quello interessato ad una vacanza relax in un’amena località di mare.
Gli eleganti palazzi storici, gli innumerevoli templi, gli antichi complessi monumentali e i commoventi musei del Vietnam completano il ricchissimo ventaglio dei luoghi da scoprire e delle esperienze da vivere in questo affascinante e misterioso territorio.

Come organizzare un tour del Vietnam

Il buon livello di pacificazione sociale e la cultura improntata al rispetto e all’accoglienza del viaggiatore rendono il Vietnam un paese sicuro e molto piacevole da visitare.
Nelle località turistiche di maggior richiamo delle grandi città, come Hanoi e Ho Chi Minh, l’unico pericolo nel quale è possibile imbattersi è quello dei borseggi, che tuttavia può essere facilmente evitato con la giusta cautela.
Senza dubbio, la formula di viaggio migliore per scoprire i tanti volti del Vietnam è quella del tour organizzato. Come accennato già in precedenza, molto del fascino di questa terra sta negli usi e nei costumi della popolazione locale, nella maestosità dei luoghi di culto che svettano nel tessuto urbano dei centri cittadini e nella vivacità dei tanti monumenti che celebrano le tappe della storia vietnamita. Le escursioni alla scoperta delle incantevoli coste e dei siti storici nascosti nell’entroterra, d’altra parte, sono uno degli elementi immancabili nel corso di qualunque viaggio in Vietnam e spostarsi in compagnia di guide esperte ed autisti abituati alle pecche della rete stradale vietnamita è il modo più pratico e funzionale per esplorare il territorio.
Con soggiorni della durata di una decina di giorni, è possibile toccare molti dei luoghi di interesse compresi tra la capitale del Vietnam, la città di Hanoi, nel nord del paese, e il grande centro cittadino di Ho Chi Minh, un tempo Saigon, nella parte più meridionale del territorio.
Il Vietnam turistico non offre solo tante occasioni per vivere l’incanto di un territorio in larga parte ancora del tutto incontaminato e immergersi nel colorato folklore locale, ma anche la possibilità di trascorrere qualche giornata circondati dai mille comfort dei prestigiosi resort che sorgono presso le più importanti località marittime. Va detto che le strutture ricettive vietnamite non sempre rispettano a pieno gli standard ai quali sono abituati i turisti europei, per cui prima di partire è bene approfondire la conoscenza degli hotel e dei resort in cui soggiornare durante il tour del Vietnam, consultandone descrizioni dei servizi garantiti e gallerie fotografiche degli esterni e delle stanze.

Quando partire per il Vietnam

Da nord a sud, il Vietnam si estende per oltre 1800 km, e, a seconda della latitudine considerata, le condizioni climatiche presenti nei vari periodi dell’anno possono variare anche sensibilmente.
La parte settentrionale è l’unica caratterizzata dall’alternarsi di vere stagioni estive ed invernali, con temperature che oscillano tra minime di circa 10°C e massime di 35°C. La porzione centrale e quella meridionale del Vietnam sono interessate da un clima via via sempre più spiccatamente tropicale, con forti tassi di umidità e temperature che si mantengono elevate per tutto l’anno.
Il periodo migliore per partire alla volta del Vietnam è quello compreso tra la fine di novembre e l’inizio di aprile, mentre febbraio e marzo sono in genere i mesi in cui il clima asciutto e le temperature contenute rendono più piacevole il soggiorno. Da maggio fino ad ottobre/settembre, molte regioni del Vietnam sono interessate dal passaggio dei monsoni, prima, e poi dalla possibilità che violenti tifoni si abbattano sulla costa, rendendo di fatto sconsigliati i viaggi verso il paese.

Cosa vedere in Vietnam

Dalle ipnotiche geometrie dei vasti terrazzamenti coltivati a riso alla magia delle crociere a bordo dei sampan, le tipiche imbarcazioni vietnamite, sulle acque del Fiume dei Profumi, attraverso i complessi monumentali di Hue, o su quelle delle meravigliose baie della costa: il Vietnam non finisce mai di incantare i visitatori con la forza della natura. Tuttavia, è nel cuore delle città che i viaggiatori hanno la possibilità di esplorare la ricca produzione artistica locale e lasciarsi avvolgere delle quiete atmosfere dei templi buddisti. In ogni caso, le località interessanti sono innumerevoli e c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Hanoi

Hanoi è la capitale del Vietnam. La grande metropoli attraversata dal Fiume Rosso ospita una popolazione di oltre 7 milioni e mezzo di abitanti e nel suo tessuto urbano, in molti quartieri cresciuto in modo rapido e disordinato, cela edifici monumentali, grandi templi, ricchi musei ed eleganti giardini, caratterizzati da stili architettonici ed atmosfere semplicemente uniche.
Tra le attrazioni più suggestive di Hanoi spiccano la Pagoda Tran Quoc, il più antico tempio buddista della città, e la graziosa Pagoda Quan Thanh, ma anche il solenne mausoleo dedicato a Ho Chi Minh, il padre del Vietnam socialista.
Hanoi ospita celebri edifici storici della tradizione, come il Tempio della Letteratura, ma anche affascinanti luoghi monumentali che testimoniano il passato del paese come colonia francese, come la Cattedrale di San Giuseppe.
Tra i monumenti simbolo di Hanoi è doveroso citare la celebre Pagoda ad un solo pilastro, che si erge all’interno dello stesso grande parco che ospita anche il Museo Ho Chi Minh, il Palazzo Presidenziale e il Giardino Botanico.

Baia di Ha Long

A circa 150 km da Hanoi, la costa vietnamita incontra le acque del Mar Cinese Meridionale nell’incantevole Baia di Ha Long. Dichiarata patrimonio dell’umanità dall’Unesco, la baia è di recente divenuta una delle Sette meraviglie naturali del mondo: esplorando questa località con una crociera in barca, si viene travolti dalle spettacolo offerto dalle imponenti rocce calcaree levigate dal mare che si tuffano nelle acque color smeraldo, dando luogo a spiagge nascoste ed insenature dove si aprono splendide grotte visitabili.

Ho Chi Minh

Ampi boulevard alberati che si incontrano nei pressi dei monumenti eretti dai francesi nel corso dell’Ottocento, ma anche quartieri caotici dove si tengono vivaci mercati e grattacieli futuristici che svettano nel cuore finanziario della città: la moderna Ho Chi Minh, un tempo Saigon, è davvero una città dai mille volti, segnata profondamente dai grandi mutamenti che hanno fatto la storia del Vietnam.
Tra i luoghi da non perdere, spiccano magnificenti templi, come la Pagoda Giac Lam, la Pagoda dell’Imperatore di Giada e il tempio buddista Vinh Nghiem, ma anche edifici che celebrano la difficile storia della città, come il Museo della Guerra ed il Palazzo della Riunificazione.

Vi lasciamo con un racconto di viaggio in Vietnam molto speciale, quello vissuto da Federico Villa, che nonostante le difficoltà legate alla sua disabilità ha attraversato il paese da Ho Chi Minh fino ad Hanoi, toccando tutte le località più affascinanti e dimostrando come questa terra possa essere vissuta a pieno anche con tour organizzato direttamente sul luogo.

ANCORA NESSUN COMMENTO

I commenti sono chiusi