fbpx

LA SESTA TAPPA DELLA TIRRENO-ADRIATICO

Il grande ciclismo mancava da tanto a Cepagatti che è un territorio di sportivi, un luogo che si è sempre distinto nel mondo delle due ruote. Ospitare questo evento vuol dire anche cogliere un’occasione straordinaria per promuovere a livello internazionale la nostra cittadina”. Lo ha affermato l’assessore allo sport del Comune di Cepagatti, Tiziano Santavenere, presentando, nella suggestiva location del Castello Marcantonio, la sesta tappa della Tirreno-Adriatico, la prestigiosa “Corsa dei due Mari “ che il 14 marzo prossimo, a partire dalle ore 15, arriverà nel centro del Pescarese con partenza da Castelraimondo (Macerata). Lo hanno affiancato il vice sindaco Domenico Di Meo, Giorgio Martino, giornalista sportivo e telecronista di ciclismo, Antonio Iacovozzi, uno degli organizzatori della tappa, Luciano Rabottini, campione abruzzese e vincitore della corsa nel 1986, e Michele Borrelli, comandante facente funzioni della Polizia Locale.
Alla gara parteciperanno circa 200 atleti accompagnati da una carovana costituita da rappresentanti di 22 società sportive, organizzatori, tecnici e giornalisti di Rai Sport , che ogni giorno saranno protagonisti di collegamenti in diretta con 160 Paesi nel mondo. “E’ stato un grosso sacrificio per la nostra Amministrazione, ma siamo orgogliosi che la Tirreno-Adriatico faccia tappa a Cepagatti”, ha spiegato Di Meo durante la presentazione.
“Tradizione e passione, sono le parole che userei per definire la tappa – ha commentato Giorgio Martino – Per questi valori, nel momento in cui c’è stato bisogno di passare in Abruzzo, la Tirreno-Adriatico ha scelto Cepagatti, un luogo dove c’è stata sempre una grande attenzione per il ciclismo. L’organizzazione ha trovato anche un’amministrazione comunale disponibile a sostenere un evento ciclistico importante per la valorizzazione del territorio”.
Visibilmente emozionato, Luciano Rabottini, il campione abruzzese che nel 1986 vinse la Tirreno-Adriatico, ha ricordato come nacque la passione per questo sport: “Fino agli anni Sessanta ci sono stati atleti che hanno reso grande Cepagatti. Rubavo la Graziella al vicino di casa per assistere ai loro raduni. Così mi sono innamorato del ciclismo e devo tutto a questa comunità dove ci sono stati grandi dirigenti, grandi atleti e grandi personaggi. E’ giusto che la corsa arrivi in un territorio in cui si parla ovunque di questo sport. Cepagatti rappresenta il cuore pulsante del ciclismo in Abruzzo”. Il circuito che percorreranno gli atleti in gara prevede l’arrivo da Santa Teresa di Spoltore, l’entrata sul territorio di Cepagatti da via Nazionale, il proseguimento su via Vespucci, via Gabriele d’Annunzio, via Valignani, viale dei Pini, via Dante Alighieri, via Roma, via Forlani, via Benedetto Profeta, via San Martino, via della Bonifica, via Aterno e poi di nuovo su viale dei Pini. L’arrivo è previsto in via Roma. Nei prossimi giorni l’Amministrazione Comunale emanerà le ordinanze di chiusura al traffico nella zona interessata dalla manifestazione e comunicherà ai cittadini tutte le informazioni utili per evitare al massimo i disagi.

ANCORA NESSUN COMMENTO

I commenti sono chiusi