fbpx

L’Abruzzo si tinge di nuovo di giallo

Perché si torna in zona gialla e quali sono le regole da rispettare? Un vademecum su come comportarsi da lunedì in poi.

Da dopodomani  l’Abruzzo sarà in zona gialla, un colore che ricorda lo scorso aprile quando il giallo  fu liberatorio perché sancì l’uscita dalla zona rossa. Adesso invece i dati non sono purtroppo confortanti, i casi di covid -19 aumentano nella fascia  di età 20-29 anni e, in modo poco  più lieve, in quelle  10-19 e 30-39. Anche tra gli anziani i contagi stanno lievitando, idati hanno indotto il Ministro della Salute Speranza a firmare l’ordinanza che stabilisce il passaggio di colore non solo per la nostra regione ma anche per Toscana,Valle d’Aosta, Emilia Romagna.

 Premesso che  la recente estensione del  super green pass a molti aspetti della vita quotidiana assottiglia le differenze tra i colori delle regioni, vediamo quali  saranno  le regole da rispettare su un territorio giallo.

Mascherine

In zona gialla la  mascherina  diventa obbligatoria anche all’aperto. Ma per l’affollamento nei luoghi di ritrovo nelle vacanze di Natale e la variante omicron che dilaga, la mascherina all’aperto era già obbligatoria in tutta Italia, quindi questa differenza è di fatto annullata.

Mezzi pubblici

Per usufruire dei  mezzi pubblici e’ necessario il super green pass, sia nei trasporti urbani che sui mezzi a lunga percorrenza. Super green pass obbligatorio  anche sui traghetti. Sui  mezzi di trasporto, il super green pass diventerà  essenziale  anche per i bus privati a noleggio con conducente e sui treni che fanno servizio di trasporto passeggeri interregionale.
mSpostamenti tra regioni

Non ci sono limiti negli spostamenti tra regioni. E’ possibile dunque viaggiare  da una regione all’altra, anche se l’area di destinazione è gialla.

Attività commerciali

Non sono previste  particolari restrizioni  per i negozi che  rimangono aperti senza limiti di orario, lo stesso vale per i centri commerciali.