fbpx

Lavori al tombolo: un’eccellenza abruzzese

Lavori

I lavori al tombolo, i merletti, i ricami sono eccellenze abruzzesi da almeno 6 secoli. Questa lunga e nobile tradizione è viva ancora oggi soprattutto in provincia di L’Aquila.

Non solo nel capoluogo, ma anche nei borghi dei dintorni, il tombolo e le altre lavorazioni artigianali dei merletti sono un patrimonio di sapere e di cultura.

I borghi dove il tombolo, soprattutto col ricamo a fuselli, è ancora oggi un’arte praticata e in pieno rilancio grazie a scuole di ricamo e progetti europei sono Scanno e Pescocostanzo.

Questa arte è vicina alla tradizione sartoriale abruzzese.

Come i lavori al tombolo sono arrivati in Abruzzo

Benché l’arte dei merletti e del tombolo fosse già affermata nelle montagne abruzzesi nel XVI secolo, non è certo come mai sia diventata così rappresentativa della cultura dei nostri borghi, attecchendo in profondità. L’Abruzzo e le sue maestre merlettaie divennero famose in tutto il Regno di Napoli.

Secondo alcune ipotesi, sarebbe una tradizione giunta in Abruzzo dalla Lombardia; secondo altre, sarebbero stati i commerci col Veneto a portare i lavori al tombolo nei borghi aquilani.

Probabilmente il clima rigido degli inverni delle montagne abruzzesi ha giocato un ruolo favorevole allo sviluppo di questa tradizione. Le donne, infatti, dovendo sospendere i lavori nei campi, potevano dedicarsi allo studio di quest’arte.

Piccoli capolavori al tombolo

I lavori svolti col tombolo dalle maestre merlettaie hanno abbellito per secoli le chiese antiche dei borghi, come a Pescocostanzo.

Oggi ci sono musei del tombolo e scuole, oltre che le bellissime chiese, in cui è possibile andare ad ammirare i piccoli capolavori intessuti dalle donne del luogo nel corso dei secoli.

I merletti e i ricami sono realizzati con tessuti nobili, come la seta o talvolta con fili d’oro.

Non erano utilizzati solo per adornare chiese, palazzi nobiliari e ambienti, ma erano veri e propri beni di lusso con le quali le donne si ornavano in occasioni speciali.

Non solo merletti

Scanno, Pescocostanzo e tanti altri borghi montani abruzzesi conservano tradizioni artigianali di altissima qualità, come per esempio l’oreficeria e la lavorazione artistica del ferro.

Ancora oggi i vicoli sono puntellati di botteghe artigianali in cui scoprire delle tradizioni antiche e nobili e acquistare prodotti fatti a mano dagli artigiani locali.

Per la loro bellezza paesaggistica e architettonica, questi borghi sono mete perfette per un weekend o una giornata fuori porta. 

ANCORA NESSUN COMMENTO

I commenti sono chiusi