fbpx

LE AZIENDE PESCARESI PRONTE AD INVESTIRE

Sono state fino ad oggi oltre 3 mila le aziende di Pescara e provincia che hanno aderito al portale Adriancubator, un incubatore virtuale, frutto del progetto europeo Adriafootouring, che ha come obiettivo stimolare l’innovazione nei settori dell’agroalimentare e del turismo, che raggruppa Abruzzo, Emilia Romagna, Veneto, Bosnia Herzegovina, Slovenia, Montenegro e Albania e vede la Provincia di Pescara ente capofila. Questa  voglia di innovare espressa delle aziende Made in Pescara, è stata tra le principali tematiche di un summit in Montenegro, a Kotor. Investimenti per innovare attività ricettive extralberghiere ed agriturismi, il desiderio di conoscere le possibilità di accesso a forme di finanziamento agevolato e un grande interesse verso le normative fiscali vigenti nei paesi transfrontalieri dell’area adriatica. Sono queste le richieste di consulenze che la maggior parte delle 3 mila aziende pescaresi ha rivolto all’incubatore Adriaincubator.
Tra le numerose richieste giunte non sono mancate informazioni per innovare le aziende agricole, anche attraverso la creazione di un agrinido. Un agrinido è un asilo realizzato in un’azienda agricola. Come accade spesso in questo Paese, l’idea nasce su una carenza: gli asili pubblici. Donne e madri imprenditrici, che lavorano all’interno di aziende agricole, hanno pensato di trasformare una parte di questi luoghi di lavoro in asili nido immersi nella natura. Il ciclo è quello dei nidi classici: la colazione, il sonno pomeridiano, il cambio. La differenza la dà il luogo, la dà la presenza di animali, la offre una crescita al ritmo naturale delle stagioni, a contatto con la terra e i suoi prodotti. Di queste e di altre richieste giunte ad Adriaincubator si è parlato in un summit di due giorni  a Kotor, in Montenegro, a cui hanno partecipato oltre la Provincia di Pescara in qualità di capofila del progetto, gli altri partner italiani: il Comune di Rimini, le Camere di Commercio del Veneto, Insight&Co srl, Centuria Romagna Innovation Agency, e gli altri 6 tra enti e università provenienti da Albania, Bosnia Herzegovina, Slovenia e Montenegro – Regional Devlopment Center Koper (Slovenia), Directorate of Smse (Montenegro), Chamber of Commerce & Industry Tirana (Albania), Agency for economic development of municipality Prijedor Preda – Pd (Bosnia Herzegovina), University of Tirana – Faculty of Economics & Agribusiness (Albania), Lir Evolution (Bosnia Herzegovina). Ai meeting hanno partecipato per la Provincia di Pescara: Franca Terra, responsabile del servizio Turismo della Provincia di Pescara e Communication & financial manager di AdriaFootouring; Lorenzo Rossi, commercialista e consulente del Progetto; il Vice Presidente della Provincia Luciano Di Lorito, che ha sottolineato l’importanza della candidatura della Provincia per la concessione di finanziamenti sui bandi Eusair e Adrion, attraverso due nuovi progetti Adriturisnet e Think green, che consentirebbero la capitalizzazione dei risultati raggiunti e uno scambio di buone pratiche tra i paesi dell’area adriatico nell’ambito del turismo sostenibile.