fbpx

MASSIMO RANIERI A FRANCAVILLA

Gran finale al Blubar Festival di Francavilla, nella serata di domenica 13 agosto, con Massimo Ranieri, per La Notte della Melodia

Sul palco anche il nuovo progetto di rilancio e le promesse del Francavilla Calcio

Piazza Sant’Alfonso

 

Gran finale sul palcoscenico del Blubar Festival, in piazza Sant’Alfonso a Francavilla, con “La Notte della Melodia”, quando sul palco è salito Massimo Ranieri, che ha portato tutto il suo repertorio musicale. L’autore di “Perdere l’amore” è stato premiato ai Wind Music Awards 2017 per i suoi spettacoli live e in particolare lo spettacolo “Sogno e son desto …in viaggio“, è un inno alla vita, all’amore e alla speranza. 

In questo nuovo spettacolo, ideato e scritto dallo stesso Ranieri assieme a Gualtiero Peirce, Massimo Ranieri è stato il protagonista, con la sua consueta classe, di un viaggio affettuoso, spettacolare e sorridente, attraverso grandi canzoni, racconti particolari e colpi di teatro. I protagonisti non sono stati i vincitori o le imprese degli eroi, ma i sognatori e la vita di tutti noi, un grande abbraccio con il pubblico per un messaggio di gioia, pace e amore.

Ero molto eccitato – spiega Massimo Ranieri – dall’idea di un lavoro nuovo e diverso, da tutto ciò che avevo fatto fino ad allora. Ero consapevole che con esso si sarebbe aperta una nuova strada, che mi avrebbe portato nella Napoli degli anni Cinquanta. Un periodo in cui nella mia città l’influenza degli americani, giunti alla fine della guerra ebbe un peso notevole nella cultura musicale della mia città”.

I protagonisti, ancora una volta, non sono stati i vincitori o le imprese degli eroi, ma i sognatori e la vita di tutti i giorni. Nel duplice ruolo di attore e cantante, Ranieri ha portato in scena a Francavilla al Mare il teatro umoristico,  alternando meravigliosi pezzi teatrali a momenti dedicati alla grande poesia, tra Seneca e Neruda passando per Palazzeschi, Goldoni, Prezzolini, Aznavour, accanto alle più celebri canzoni napoletane: dalle classicissime “Vent’anni”, “Erba di casa mia”, “Rose rosse” e “Perdere l’amore”, a piccole grandi gemme del passato musicale partenopeo.

Ad accompagnare Massimo Ranieri sul palco, un’orchestra formata da eccellenti musicisti, tra cui: Max Rosati (chitarra), Andrea Pistilli (chitarra), Flavio Mazzocchi (pianoforte), Pierpaolo Ranieri (basso), Luca Trolli (batteria), Donato Sensini (fiati), Stefano Indino (fisarmonica), Alessandro Golini (violino).

Ospite d’onore della serata finale del Blubar Festival a accanto al direttore artistico Maurizio Malabruzzi e a Merino Bartoletti, è stato Giorgio Verdelli, autore televisivo e regista di “Il tempo resterà”, il docu-film omaggio cinematografico a Pino Daniele. 

E, a proposito di ospiti e sorprese, prima dell’inizio dello spettacolo di Massimo Ranieri, che ha chiuso la XIV edizione del Blubar Festival, sono saliti sul palco il nuovo presidente del Francavilla Calcio, Gilberto Candeloro, il direttore sportivo della squadra promossa in serie D, Paolo D’Ercole, e l’allenatore Luigi Iervese, con una rappresentanza dei giocatori della squadra giallorossa, che punta a scalare la classifica e a realizzare un ambizioso progetto di rilancio del calcio cittadino, come veicolo di promozione del territorio. Un po’ come lo spirito del Blubar Festival, perché anche il calcio è Rock! (Fotoreporter Michele RAHO)

ANCORA NESSUN COMMENTO

I commenti sono chiusi