fbpx

MUSEO CASA NATALE DI GABRIELE D’ANNUNZIO

Mercoledì 22 febbraio 2017 alle ore 17.30, nell’ambito della mostra Cara cara mamma, dedicata a Luisa de Benedictis, mater mirabilis di Gabriele d’Annunzio nel 100 anniversario della scomparsa, Ortona rende omaggio all’illustre concittadina, con la partecipazione di importanti associazioni abruzzesi. L’appuntamento organizzato dal Polo Museale dell’Abruzzo presso il Museo Casa Natale di Gabriele d’Annunzio a Pescara mira a restituire una esperienza molto coinvolgente, sollecitando tutti i cinque sensi. Gli odori della cucina tradizionale abruzzese nello spazio caratterizzato dagli utensili in rame di Domenico Pecilli, la musica popolare in forma teatrale, il sapore gustoso delle nevole, l’ammirazione di un dipinto che racconta Ortona com’era splendida agli inizi del Novecento, il toccar con mano tutto ciò, rendono di sicuro interesse questo primo evento collegato alla mostra.

Dopo i saluti delle autorità presenti si entrerà nel vivo, con un programma che intreccerà gli interventi dei partecipanti in nome di un filo conduttore comune. L’attrice e studiosa Franca Minnucci proporrà brani e versi di Gabriele d’Annunzio dedicati a Ortona, l’Associazione Amici della Nevola di Ortona che farà degustare i dolci tipici, Lucia Arbace illustrerà il dipinto di Alberto Testi raffigurante Ortona nel 1904, e soprattutto l’ABRVZZO EthnOrchestra, fondata e diretta da Mario Canci (canto, flauti pastorali, flauto traverso, piffero, zampogna) con Fabio D’Orazio (canto, organetto diatonico abruzzese “ddu’ bbotte”, fisarmonica), Giuliano Angelozzi (canto, flauti, piffero, zampogna, chitarra battente) e Vincenzo Macedone (recitazione, percussioni), mirerà a narrare eventi e situazioni in forma vocale cantata e recitata sollecitando un grande coinvolgimento collettivo.

ANCORA NESSUN COMMENTO

I commenti sono chiusi