fbpx

Nella “Notte dei ricercatori” si parla di cibo all’Universita’ di Chieti

Il Gusto dell’Inclusione: il Cibo come Comunicazione e Relazione, il Cibo Empatico sarà il tema della Tavola Rotondaorganizzata dall’Istituto Alberghiero Ipssar ‘De Cecco’ di Pescara nell’ambito della Notte Europea dei Ricercatori in programma domani, venerdì 30 settembre, nella Biblioteca Medicina dell’Università ‘d’Annunzio’ a Chieti, dalle 16 alle 17.

“Anche quest’anno l’Istituto Alberghiero collaborerà con un proprio spazio di dibattito a un evento strategico promosso dall’Università ‘d’Annunzio’ con la quale la nostra scuola ha saputo instaurare un rapporto di partnership – ha spiegato la dirigente Alessandra Di Pietro -. La Tavola Rotonda si inserisce nell’ambito della Notte Europea dei Ricercatori che coinvolge ogni anno migliaia di ricercatori e istituzioni di ricerca in tutto il mondo. Abbiamo declinato il tema scelto per questa edizione, ‘Il Sapere che Include‘, sul piano enogastronomico e su quello della civiltà della tavola. L’obiettivo è trasferire alle nuove generazioni l’importante mandato del dovere dell’inclusione, nella cultura come nella cucina, ovvero nel vivere quotidiano, perché ciascuno di noi è unico e fonte di arricchimento nella sua diversità, e dunque anche il cibo interpretato come mezzo di comunicazione e di relazione con l’altro. All’organizzazione del Convegno hanno collaborato l’Associazione BioPass, Associazione Biologi per la Prevenzione l’alimentazione sostenibile e la Salute, e Pastry and Culture Italian Style, Associazione internazionale per la valorizzazione della cultura dolciaria italiana. L’evento si aprirà alle 16 con l’accoglienza del pubblico curata dagli Studenti dell’Indirizzo Turistico dell’Ipssar ‘De Cecco’, quindi sarà la dirigente Di Pietro ad aprire gli interventi seguita dal Presidente di BioPass Abruzzo Roberto Casaccia e Federico Anzellotti, Presidente Internazionale Pastry & Culture Italiana Style. Quindi interverranno Eide Spedicato, Professore associato di Sociologia Generale di UniChieti su ‘Significati e Valori delle Cucine di confine’; Annunziata Taccone, biologa nutrizionista – BioPass Abruzzo, su ‘Il Cibo che unisce: tra condivisione ed empatia’. Le conclusioni saranno affidate a Nicolantonio D’Orazio, Direttore della Scuola di Specializzazione Scienza dell’Alimentazione’ dell’Università di Chieti.