fbpx

OVINDOLI E IL FESTIVAL DELLA MONTAGNA

All’Ovindoli Mountain Festival 2016, 20 mila persone hanno scelto di recarsi ad Ovindoli, fra sabato 23 e domenica 24 gennaio, con l’intento di godere il sole che ha scaldato il primo imbiancamento di neve sulle alte vette abruzzesi. Un successo meditato, portato avanti dalle  associazioni locali: l’asso piglia tutto è stato, sicuramente, lo sport vissuto in ogni sua forma, in uno scenario paesaggistico da paradiso d’inverno. Snowkite, snowscoot, yoga  sul ghiaccio, ma anche la grande riscoperta del Telemark e l’assoluta novità della fatbike. Sulle piste da sci di Monte Magnola Impianti, durante la giornata di domenica 24 gennaio, il turismo ha trovato pane per i suoi denti.  Quest’anno, la cifra dei turisti che ha scelto, per il week end, le piste da sci ovindolesi è andata alla grande, con la registrazione di nuovi attratti dalla neve dell’ultima ora.  La zona di Ovindoli, grazie al suo personale sistema di piste sciistiche, ha fatto, tempo addietro, la storia di un complesso di discipline, quali lo sci o le ciaspole. C’è stata storia, tradizione, antichità riscoperte e rinnovate in questo secondo Festival della Montagna, ma anche tanto rispetto per un ambiente naturale che, da solo, parla un milione di lingue.

ANCORA NESSUN COMMENTO

I commenti sono chiusi