fbpx

PAURA ANCHE IN ABRUZZO PER LE DUE SCOSSE DI TERREMOTO

In molti sono scesi in strada stasera intorno alle 21.19 a Pescara, quando una nuova scossa di terremoto di magnitudo 6.2 della scala Richter ha colpito nelle vicinanze di Macerata.

La scossa è stata avvertito anche a L’Aquila e a Roma. Questa nuova scossa di magnitudo 6.2 e profondità 8.4 km è stata registrata alle 21:18 con epicentro nella zona di Ussita (Macerata), tra Visso e Castelsantangelo sul Nera. La stessa zona colpita da un terremoto di 5.4 due ore prima. L’ultima scossa è stata sentita fino a Bolzano. E non si arresta lo sciame sismico nel centro Italia dopo le due forti scosse, a due ore di distanza l’una dall’altra. L’ultima indicata dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia è delle 21:27, localizzata nella zona di Perugia ad una latitudine di 42.89, longitudine 12.08 e profondità a 10 chilometri. La scossa di terremoto è stata di magnitudo ML 3.4. Emergono nuovi dettagli, invece, dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia sulla forte scossa di magnitudo ML 5.9. L’epicentro è stato localizzato ad Ussita nelle Marche, mentre l’ipocentro, che corrisponde all’effettiva profondità in cui si è verificata la frattura, è stato inferiore rispetto al precedente: solo 8 chilometri di profondità dunque, mentre 9 erano quelli del terremoto verificatosi alle 19:10. I dati a disposizione, dunque, permettono di notare come il sisma che ha fatto tornare la paura nel Centro Italia sia abbastanza superficiale.

terremoto-5

ANCORA NESSUN COMMENTO

I commenti sono chiusi