fbpx

Pedibus, alunni ecologisti premiati a Pescara

Oggi  la cerimonia conclusiva di Pedibus 2021-2022, con la premiazione di tre istituti comprensivi

La Pedibus-mania ha lasciato il segno a Pescara anche nella stagione scolastica appena conclusasi, la seconda dall’inizio di questo percorso.


Una Sala consiliare stracolma, con la presenza di almeno 150 bambini di tre istituti comprensivi della scuola d’Infanzia e Primaria (1,5 e 8), insegnanti e volontari, ha accolto l’evento conclusivo con la consegna di attestati e premi di partecipazione. L’edizione 2021-2022 ha coinvolto circa 450 alunni, delle scuole dell’Infanzia e in gran parte della Primaria, che hanno vissuto l’esperienza di raggiungere la scuola a piedi partendo da punti prestabiliti, uniti nella classica“cordata”.

Pedibus è infatti un programma di mobilità alternativa riservato in gran parte ai ragazzi delle scuole elementari, ma rappresenta soprattutto un importante momento di crescita per gli alunni che hanno la possibilità di capire quanto sia importante alleggerire l’utilizzo del mezzo pubblico e ridurre quello dell’auto privata, questo in quanto prevede  che i bambini raggiungano appunto la sede scolastica percorrendo a piedi l’ultimo tratto.

<Sono lieto che Pedibus – ha detto nel suo breve messaggio di saluto il sindaco Carlo Masci – sia divenuto un progetto inserito stabilmente da alcuni anni nei programmi culturali di questa amministrazione perché è importante inculcare nei nostri ragazzi, già all’interno delle comunità scolastiche, il concetto della mobilità come valore culturale che può rispondere a esigenze di interesse collettivo se produce, però, una riduzione dell’uso dell’auto, diminuendo quindi il rischio inquinamento e migliorando i livelli di sicurezza. È un tassello di quella visione della città che stiamo sviluppando attraverso la creazione di infrastrutture per l’utilizzo di mezzi di trasporto pubblico di massa; è questo ciò che ci porterà a realizzare un approccio ecosostenibile al concetto di mobilità, per quella transizione ecologica e ambientale di cui tanti parlano ma alla quale viene dato spesso un impulso ridotto>.  Tra i vantaggi indotti da Pedibus, si riduce dunque il congestionamento del traffico dinanzi alle scuole evitando, oltretutto, assembramenti in anni caratterizzati purtroppo dalla pandemia.

L’assessore alla Mobilità Luigi Albore Mascia ha preannunciato le novità per l’anno scolastico 2022-2023: <Si aggregheranno al progetto ulteriori due istituti comprensivi – ha sottolineato – per un totale di 5 sui dieci complessivi presenti a Pescara e mille ragazzi coinvolti.  A Pescara per il Pedibus abbiamo anche utilizzato 70 percettori di RdC e questo a mio avviso è un valore aggiunto. Sono questi numeri che mi fanno parlare di Pedibus-mania>. L’assessore alla Pubblica istruzione Gianni Santilli ha affermato: <La collaborazione dei genitori è fondamentale, perché è tramite le famiglie che deve passare una nuova cultura ambientale fin dai primi anni di vita. Io confido che lo svolgimento del Pedibus veda sempre impegnati le mamme e i papà proprio per il significato educativo che questa manifestazione riveste>. Alla cerimonia hanno preso parte per  Fiab Pescarabici anche il coordinatore interregionale Giancarlo Odoardi e Laura Di Russo, già consigliera nazionale dell’associazione. Un plauso è stato rivolto anche al Soroptimist club Pescara e alla presidente Elena Petruzzi per il sostegno, anche economico per l’acquisto di materiali, dato all’iniziativa.