fbpx

Pescara si illumina di rosa per una notte

A 100 giorni   dalla partenza di Budapest Pescara, come tutte  le tappe  del Giro d’Italia ha illuminato  di rosa le sue  bellezze

Nella notte di ieri le sedi che ospiteranno le 21 frazioni dell’edizione numero 105 della prestigiosa corsa a tappe hanno illuminato i simboli che più le identificano, dai monumenti alle piazze, passando per le vie e i luoghi più caratteristici. Il Giro d’Italia partirà da Budapest (Ungheria) il 6 maggio per terminare a Verona il 29 maggio. Quella dall’Ungheria, sarà la 14sima partenza dall’estero e la prima da un paese dell’Est Europa.

Pescara non poteva certamente mancare a questo appuntamento simbolico che vuole rappresentare per tutti gli appassionati e per le comunità interessare il momento in cui scatta un vero e proprio count-down. <Vogliamo far fare una bella figura alla nostra città – ha detto l’assessore allo Sport Patrizia Martelli – e quindi bisogna cogliere tutte le opportunità d’immagine che la corsa a tappe più importante può offrirci.  Il Giro per Pescara è una vetrina allettante e abbiamo quindi accolto l’invito della Rcs Sport a illuminare di rosa gli angoli e i punti più significativi, in questo caso il pennone del Ponte del Mare, la fontana di piazza Martiri alla rotonda del campo Rampigna, il Ponte Flaiano e la Torre Civica. Sono molto curiosa di vedere come saremo valutati dall’organizzazione>.

La decima tappa del giro d’Italia, la Pescara-Jesi di 194 chilometri, partirà dal capoluogo martedì 17 maggio 2022 alle ore 12.30; da Piazza Salotto e, al seguito dell’auto della direzione di corsa, i ciclisti percorreranno via Nicola Fabrizi per uscire dalla città ad “andatura controllata”. I mezzi al seguito delle squadre, con a bordo tecnici e direttori sportivi, potranno invece utilizzare l’area di piazza della Repubblica prima di procedere in direzione nord e quindi verso Montesilvano. La sede del quartier generale sarà allestita presso il Museo Colonna di Piazza Primo Maggio.

<Il Comitato è al lavoro da settimane – ha dettoil delegato per l’organizzazione Armando Foschi – e saremo certamente in grado di accogliere al meglio, a nove anni dall’ultima volta, la carovana di corridori, tecnici, giornalisti e accompagnatori. L’area di partenza e quella logistica saranno suddivise tra la centralissima piazza Salotto e le zone circostanti – in particolare piazza Primo Maggio – dove saranno insediati il Punto-partenza, con gli immancabili palco e punto-firma, l’Open Village, il paddock delle squadre in gara, le aree Hospitality e il quartier generale di tappa>.