fbpx

Pescara suona The Big Piano

Giochi d’acqua e note musicali sotto l’Albero di Natale a Pescara. Piazza delle Rinascita ieri ha accolto un’opera frutto dell’ingegno dell’inventore e designer italo-americano Remo Saraceni, che ha portato nel luogo delle sue origini la sua celebre “creatura”, la fontana  musicale interattiva “The Big Piano” destinata a divenire  un punto di attrazione per visitatori e turisti. È una novità notevole pensata per migliorare la valenza architettonica e monumentale della principale piazza della città. La scelta dell’amministrazione comunale ha richiamato un bagno di folla ieri pomeriggio a Piazza Salotto dove era presente anche l’artista.

Emozionato il sindaco Carlo Masci che ha dichiarato:<Ho voluto ripartire da dove abbiamo iniziato. Come pescaresi, abbiamo vissuto per troppi anni la vicenda di un buco nero che si è determinato nel febbraio 2009, quando vi fu l’esplosione del calice di Toyo Ito; da quel momento, in quel punto della piazza più importante di Pescara, vi è stato un grande vuoto con un’aiuola alla quale ci eravamo tristemente quasi abituati. Nel 2019 ho avuto la fortuna di incontrare il professor Saraceni durante uno dei suoi viaggi nella città delle origini. Dai racconti di questo inventore, divenuto un grande personaggio negli Stati Uniti, fino al famoso passaggio di Big Piano nel film di Tom Hanks, è iniziato un ragionamento su quel vuoto nel centro della città; e oggi, dopo due anni, è nata l’opera eccezionale che vi presentiamo>.
Realizzata  dalle imprese Dino Pace ed EdilCicchini, progettista Antonio Milillo, direttore dei lavori Fabrizio Trisi, The Big Piano ha un diametro di nove metri e da’ vita a giochi d’acqua e note musicali grazie alle funzioni che riproducono i tasti di un pianoforte; si fonda su un impianto con 6 chilometri di cavi, 200 fari led, 100 sensori, 300 attuatori, 200 valvole, 14 pompe, 100 getti d’acqua, 9 computer e 8 casse audio.