fbpx

Pescara Vecchia, la fortezza spagnola diventata luogo della movida

Pescara vecchia

Pescara Vecchia, oggi luogo di movida insieme alla zona del Mercato Coperto in centro, non è sempre stata un quartiere di ristorantini e locali. Anzi! Anticamente, sotto il dominio spagnolo, dove oggi ci si reca per trascorrere le serate in compagnia, dovevano esserci soldati, diplomatici, cavalli. Era infatti una fortezza militare.

La fortezza di Pescara era strategica

La fortezza di Pescara non era grande, ma nel sud Italia aveva un ruolo strategico. La Spagna dominava in Europa e nell’Atlantico. Gran parte dell’Abruzzo ricadeva sotto il dominio spagnolo.

Pescara era collocata in una posizione vincente. Per questo la fortezza era sede di tre consolati: inglese, austriaco e turco.

A rendere speciale Pescara era la collocazione vicino al mare e alle saline: uno snodo commerciale importante, quindi. Una vocazione al mare e al commercio che ha poi caratterizzato lo sviluppo della città.

La fortezza si sviluppava proprio dove ci sono le vie della movida, che nei nomi ricordano ancora il passato militare: via dei Bastioni, via delle Caserme. 

La ex fortezza oggi: ristoranti, bar, locali

Dimenticati i soldati, i consoli, gli scambi commerciali e il re di Spagna, oggi questa zona di Pescara ha perso la severa connotazione di una fortezza militare. Anzi, è diventata un luogo di movida che si contende il ruolo con il centro città.

La sera Pescara Vecchia si accende di ristorantini e locali per aperitivi e drink, ma vi si trova anche il Museo delle Genti d’Abruzzo e la Casa Museo di Gabriele D’Annunzio.

Via dei Bastoni e via delle Caserme sono diventate piccole e suggestive vie pedonali ai cui lati vi sono numerose attività commerciali e comitive che trascorrono insieme la serata, ma a un occhio attento non sfugge l’architettura severa di una vecchia fortezza borbonica.

ANCORA NESSUN COMMENTO

I commenti sono chiusi