Piccola Industria, è Addari il nuovo presidente

È Alessandro Addari il nuovo presidente del Comitato Piccola Industria Chieti Pescara che ieri (29 luglio) si è riunito per il rinnovo dei vertici in carica per il prossimo triennio. Il Comitato è l’organo di rappresentanza che contribuisce a promuovere e sviluppare le piccole e medie imprese dei vari comparti – pari a circa il 96% delle aziende associate -e punta a stimolarne la crescita di pari passo a quella economica e sociale del territorio e quindi del Paese.

Addari, Amministratore Unico della TOP SOLUTIONS – ItalTop, azienda specializzata nell’Export del made in Italy, che assume contestualmente la carica di Vice Presidente di diritto di Confindustria Chieti Pescara, è un imprenditore di grande esperienza confindustriale e ha subito annunciato le linee guida del suo mandato che si inseriscono nel quadro del programma strategico di Confindustria Chieti Pescara “con l’obiettivo di sensibilizzare il territorio e i decisori pubblici e privati, sul ruolo cruciale dell’impresa per il benessere, la tenuta sociale e lo sviluppo sostenibile; un tessuto produttivo di inestimabile valore, messo a dura prova dalle tensioni Geopolitiche e dai pesanti effetti del Covid-19”.

Nel suo nuovo impegno, il neo presidente sarà coadiuvato dal vice Nicola Fabrizio, amministratore della Metamer srl e dagli altri componenti del Comitato della Piccola Industria.

Dopo i ringraziamenti al suo predecessore Enrico PERTICONE e ai componenti del Comitato per l’ottimo lavoro svolto e per la fiducia accordata, Addari ha aggiunto: “Accolgo con soddisfazione e senso di responsabilità l’incarico ricevuto.

Il nostro tessuto imprenditoriale è costituito principalmente da piccole e medie imprese che hanno una grande importanza nel nostro sistema produttivo in quanto contribuiscono in larghissima misura alla formazione del Prodotto interno lordo e occupano circa l’80% della forza lavoro totale. Abbiamo un ruolo decisivo che va salvaguardato e sostenuto nella sua evoluzione”.

La riunione di ieri ha visto coinvolti i rappresentanti di tutte le Sezioni Merceologiche dell’Associazione, segnale di una grande attenzione da parte degli imprenditori.

A loro si è rivolto il neo presidente, condividendo I “pilastri” del programma saranno sviluppati da tre Gruppi di Lavoro Tematici.

Il Gruppo “ECO” Economia Circolare e Competitività Responsabile, promuoverà lo scambio di buone prassi tra Micro, Piccole Medie e Grandi Imprese, per favorire l’applicazione di modelli di industria Responsabile e di economia Circolare alle aziende del territorio, anche in termini di possibili collaborazioni industriali.

Particolare attenzione sarà riservata ai temi del “Credito, Strumenti Finanziari e Bandi”, attraverso attività di informazione, formazione e mentoring su bandi di finanziamento, accesso al credito, convenzioni con istituti di credito, strumenti di finanziamento alternativi.

L’altra sfida si chiamerà “TEC” Trasformazione Digitale, Export, Cultura di impresa con l’obiettivo di favorire lo sviluppo di azioni e modelli innovativi nell’ambito della trasformazione Digitale, Impresa 4.0, Blockchain, logistica integrata, nel tessuto della Piccola Impresa.

Saranno promosse attività atte a rafforzare le competenze delle PMI nell’ambito dell’Export, delle Reti tra Imprese e dell’internazionalizzazione.

Inoltre, il Gruppo di Lavoro darà attuazione al progetto nazionale “PMI DAY” e svilupperà ulteriori attività con il mondo dell’istruzione e della formazione, proseguendo la pregevole iniziativa “Piccoli Tesori d’Abruzzo” avviata dalla precedente Presidenza in collaborazione con l’Università G. D’Annunzio.

Il vice Presidente Nicola Fabrizio ha sottolineato che “un tema centrale riguarda le nuove e più profonde competenze, necessarie alle imprese per affrontare la trasformazione digitale e la crescente complessità dei mercati”.

Di seguito in ordine alfabetico, i componenti del comitato che affiancheranno Addari e Fabrizio:

No Comments Yet

Comments are closed