fbpx

Premiate Il Delfino, Sogeda, Spiedì e tante altre attività nella terza edizione de “L’imprenditore ideale”

Non sono mancate le emozioni nella terza edizione del premio “L’imprenditore ideale” a Pescara, iniziativa promossa dall’agenzia “Promozione Spettacoli” con il patrocinio della Provincia per attenzionare quegli operatori economici, spesso bistrattati, che ogni giorno ci mettono la faccia e con coraggio, professionalità e tanta determinazione, portano avanti le loro attività superando difficoltà e problemi di ogni genere.

Un’edizione speciale della rassegna che è andata in onda in diretta online sul sito internet croancheabruzzesi.it e senza pubblico in sala.

Premiati e premiatori hanno animato l’incontro con 5 imprenditori di livello come Quinto Palusci (pescherie Il Delfino), Antonella Allegrino (distributori automatici Sogeda), Roberto Di Domenico (arrosticini Spiedì), Gianluigi Peduzzi (pastificio Rustichella d’Abruzzo) e Valentino Sciotti (vini Fantini) che si sono raccontati a livello personale e professionale prima della consegna del riconoscimento ad opera rispettivamente del sindaco di Pescara Carlo Masci, del Presidente della Provincia Antonio Zaffiri, del ricercatore americano Pio Conti, dell’economista e docente universitario Pino Mauro e del giovane imprenditore Nando Barbarossa.

“Se vai con Dio, Dio ti aiuta-ha ripetuto tra una lacrima e l’altra Quinto Paluzzi-ricordo ancora la pesca miracolosa del 1981 che segnò la svolta, come raccontarono gli organi di stampa, con mille quintali di tonno pescati in una sola volta che generarono ben 100 milioni di vecchie lire. Anche a Natale ho continuato ad assumere personale ma la forza per andare avanti mi continua ad arrivare dai progetti in Africa dove con altri amici abbiamo realizzato una scuola ed un orfanotrofio”.

Sulla stessa lunghezza d’onda ha parlato la “quota rosa” del premio, Antonella Allegrino, una vita tra economia, sociale e politica.

“Mi è sempre piaciuto spendermi per il bene della mia collettività con progetti che si interfacciano-ha ripetuto con convinzione Antonella Allegrino, già Assessore alle Politiche Sociali e Consigliera provinciale di Pescara- non è facile di questi tempi andare avanti ma la fortuna è aver trovato collaboratori validi che lavorano in armonia. Il Poliambulatorio medico Domenico Allegrino a Pescara ed il restauro di Palazzo Tilly di Casoli, visitato anche dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, sono state, tra le altre, due operazioni ben riuscite”.

Di autenticità e di rispetto delle tradizioni ha parlato invece un punto di riferimento del settore degli arrosticini come Roberto Di Domenico dell’azienda Spiedì di Pescara.

“Viviamo nel settore carni da 4 generazioni e con più di 50 dipendenti siamo un’azienda leader e unica con produzione certificata dal 2006-ha tenuto a precisare Roberto Di Domenico, di recente nominato Presidente della sezione agroalimentare di Confindustria Chieti-Pescara- abbiamo fatto conoscere l’arrosticino anche in molti paesi d’Europa”.

Innovazione, tradizione e capitale umano sono le parole guida di una realtà ormai internazionale come Rustichella d’Abruzzo.

“Siamo già molto soddisfatti dei risultati raggiunti con progetti come la pasta che cuoce in 90 secondi che continua a fare il giro del mondo-ha sottolineato con orgoglio Gianluigi Peduzzi- ma andiamo avanti con lo stesso entusiasmo puntando nel prossimo triennio sulla digitalizzazione aziendale, un nuovo pastificio per la pasta all’uovo con industria 4.0 e la penetrazione nel mercato cinese con una struttura diretta”.

Chiusura alla grande del premio con il più grande esportatore di vini non solo d’Abruzzo ma dell’Italia centro-meridionale.

“Mi son sempre definito un sognatore-ha riferito con l’eleganza che lo ha sempre contraddistinto Valentino Sciotti della Fantini Group- ho vissuto tra vini e vigneti in una famiglia umile che mi ha dato l’opportunità di dimostrare che il successo è strettamente legato alla qualità dei progetti. Qualità e quantità parlano chiaro per un’azienda che ha attirato le attenzioni del gruppo 21 investimenti che fa capo ad Alessandro Benetton e di colossi americani che hanno deciso di investire con noi. Il ciclismo, lo sport in genere, e l’impegno nel sociale mi hanno dato la spinta per andare avanti e continuare a sognare”.

La manifestazione, presentata dal giornalista Paolo Minnucci, è stata supportata dalle aziende Ponzio di Pineto e Di Donato di Sambuceto.

ANCORA NESSUN COMMENTO

I commenti sono chiusi