fbpx

Quelle colonne sonore famose firmate dall’abruzzese Cicognini

Colonne sonore famose ladri di biciclette

Le colonne sonore famose italiane sono firmate da grandi artisti. Tra questi, spicca il nome dell’Abruzzese Alessandro Cicognini, il cui nome e la cui musica sono legati ai più grandi capolavori della cinematografia italiana del Neorealismo.

Alessandro Cicognini e l’Abruzzo

Alessandro Cicognini nasce a Pescara nel 1906, da una famiglia di origine teatina. La sua infanzia e la sua giovinezza trascorrono a Francavilla al Mare. 

Il talento e una sfavillante carriera cinematografica lo portano a vivere lontano dall’Abruzzo per un po’. Firma le colonne sonore di film noti, con registi del calibro di Blasetti, Vittorio De Sica (con il quale stringe un lungo sodalizio), ma è anche autore delle musiche di Guardie e Ladri di Totò e di Peppone e Don Camillo.

Tornerà a ritirarsi a Francavilla tra la fine degli anni ‘50 e gli anni ‘80, quando lascerà definitivamente la cittadina abruzzese.

Colonne sonore famose firmate da Alessandro Cicognini

Cicognini compone musiche per film diretti dai più grandi registi italiani, tra cui i già citati Blasetti e De Sica, ma anche Zampa, Comencini, Monicelli e altri.

Di seguito un elenco che comprende solo alcuni dei film più famosi le cui colonne sonore sono state firmate dall’abruzzese:

  • Sciuscià, di Vittorio De Sica (1946)
  • Ladri di biciclette, di Vittorio De Sica (1948) per la quale riceve il Nastro d’Argento
  • Miracolo a Milano, di Vittorio de Sica (1950)
  • Guardie e ladri, di Mario Monicelli e Steno, interpretato da Totò (1951). Ha musicato altri film con Totò come, per esempio, Totò nella luna o Totò Peppino e i fuorilegge
  • Pane, amore e fantasia, di Luigi Comencini (1953) e gli altri film della serie
  • L’arte di arrangiarsi, di Luigi Zampa con Alberto Sordi (1954)
  • Diversi film della serie Peppone e Don Camillo, con registi vari
ANCORA NESSUN COMMENTO

I commenti sono chiusi