fbpx

QUI E LÀ, GEOGRAFIE UMANE E CONFINI POSSIBILI

Secondo appuntamento con “Emergenze Mediterranee”, la rassegna organizzata dalla Sezione Italiana dell’Istituto Internazionale del Teatro del Mediterraneo. Nel reading la scrittrice Christiana de Caldas Brito disegna la mappa delle frontiere che attraversiamo ogni giorno alla ricerca di un confine possibile. Teramo, 24 settembre – Quali e quanti confini attraversiamo nel nostro quotidiano? Qui e là, il reading della scrittrice Christiana de Caldas Brito, tratto dall’omonima raccolta di racconti (Cosmo Iannone Editore, 2004), offre una mappa di attraversamenti in cui i personaggi disegnano le loro geografie umane e sentimentali. Storie di ossessioni e visioni di donne e uomini solitari per renderci conto che i confini non sono rigidi. Talvolta neanche esistono. L’autrice sarà ospite del secondo appuntamento della rassegna Emergenze Mediterranee sabato 27 settembre alle ore 18 a Nereto (Sala Salvador Allende) e domenica 28 settembre alle ore 18 a Bisenti (Cinema Teatro in Via delle Piscine). Christiana de Caldas Brito, nata a Rio De Janeiro, lavora a Roma come psicologa, scrittrice e drammaturga. Con Amanda Olinda Azzurra e le altre ha vinto nel 2003 il Primo Premio Narrativa “Il Paese delle donne”. Dopo Civitella del Tronto, Nereto e Bisenti, la quarta edizione di Emergenze Mediterranee toccherà i comuni di: Arsita, Bellante, Controguerra, Giulianova, Isola del Gran Sasso, Martinsicuro, Montorio al Vomano, Mosciano Sant’Angelo, Pineto e Torano Nuovo. Cinque mesi di eventi e spettacoli lungo 13 comuni della provincia di Teramo per riflettere sui confini sociali, culturali e geopolitici che attraversano la nostra società. Emergenze Mediterranee, la rassegna sui talenti e i temi “emergenti”, è organizzata dalla Sezione italiana dell’Istituto Internazionale del Teatro del Mediterraneo con il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco, la Regione Abruzzo, la Provincia di Teramo e l’Università degli Studi di Teramo e con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Teramo.

ANCORA NESSUN COMMENTO

I commenti sono chiusi